Attentato Stoccolma, Donald Trump prevede cose: da fake news a inquietante presagio

di Gianmichele Laino | 07/04/2017

siria

Melbourne, Florida. Donald Trump, nel mese di febbraio, sorprende il pubblico intervenuto a un suo comizio: “Visto quello che è successo in Svezia venerdì? Chi poteva immaginarlo? Stanno avendo problemi che neanche immaginavano…”. Il presidente degli Stati Uniti vuole portare esempi concreti per supportare le sue politiche contro l’immigrazione e cita un attentato nel Paese scandinavo. Che però, fino a quel momento, non c’era mai stato. Addirittura, qualche giorno dopo, The Donald si scusa via Twitter e spiega il misunderstanding.

LEGGI ANCHE: “Donald Trump spiega l’invenzione dell’attacco terroristico in Svezia”

L’attentato, però, si verifica puntualmente meno di due mesi dopo, con un camion che piomba sulla folla in pieno centro a Stoccolma, nel bel mezzo del pomeriggio. Inquietante coincidenza. Da fake news, quella di Donald Trump si è trasformato in un sinistro presagio. Ancor di più se si pensa all’esatta corrispondenza tra il giorno citato dal presidente americano nel suo discorso (“venerdì”) e quello in cui si è svolto l’attacco terroristico.

LEGGI ANCHE: “Stoccolma: camion piomba sulla folla, almeno 2 morti (LIVE)”

LA RETE IMPAZZISCE SU TRUMP E LA SVEZIA

La rete è già impazzita. Si possono immaginare i commenti su Facebook e su Twitter dei complottisti, ma c’è anche una buona fetta di utenti della rete che pensano che Trump abbia portato sfortuna.

Secondo molti frequentatori di Twitter, la coincidenza non sarebbe casuale. C’è chi pensa che Trump sia una specie di veggente e c’è chi sostiene che, in fondo, durante il famoso comizio, abbia solo sbagliato il giorno sull’agenda:

In realtà, c’è anche chi ricorda la giustificazione data da Trump e il fatto che lui abbia citato la Svezia soltanto a proposito dell’escalation della criminalità dovuta – secondo il presidente americano – alle sue politiche sull’accoglienza:

Ma la tentazione di unire le sue cose insieme è troppo forte. Nelle prossime ore, con ogni probabilità, la rete ci offrirà nuove perle sul caso di Trump che prevede cose e che trasforma anche le fake news in inquietanti presagi.