Trattati Roma: si svolgono in modo pacifico i cortei nella Capitale, incluso l’Eurostop

di Stefania Carboni | 25/03/2017

roma scontri

ore 17.30: ROMA CORTEO EUROSTOP SI SBLOCCA, ARRIVO E CONCLUSIONE PACIFICA A PIAZZA DELLA BOCCA DELLA VERITA’

Le camionette arretrano il corteo confluisce su piazza della Bocca della Verità per la sua conclusione con una assemblea. Si sono svolti in maniera pacifica anche le altre manifestazioni previste oggi nella Capitale. Dai controlli emersi dagli agenti sui manifestanti diretti in città sono stati emessi 20 fogli di via.

ore 17.11: ROMA CORTEO EUROSTOP TENSIONE CON POLIZIA

Come ben spiega Favale, giornalista di Repubblica, su Twitter il corteo EuroStop è autorizzato fino Bocca della Verità ma viene bloccato prima dalla polizia. Alcune persone si sono sedute a terra in segno di protesta. I manifestanti riferiscono come gli agenti abbiano bloccato parte della coda impedendo di defluire, inserendosi all’interno del corteo. Le persone presenti chiedono di andare pacificamente avanti e di concludere a piazza Bocca della verità con una assemblea.

ore 17.03: ROMA, EUROSTOP TENSIONE CON AGENTI SUL LUNGOTEVERE

La testa della manifestazione era arrivata alla Bocca della verità ma un gruppo rimasto sul Lungotevere si è scontrato con la polizia. C’è stato un lancio di fumogeni. La tensione è alta in coda al corteo.

ore 15.41: EUROSTOP IN PARTENZA MA CI SONO PULLMAN BLOCCATI ALLE PORTE DI ROMA

Un gruppo di pullman proveniente dal Nord Italia e diretto a Eurostop è fermo alle porte di Roma per alcuni controlli da parte della polizia. A breve dovrebbe partire la manifestazione da San Paolo, manifestazione che, per ora, conta solo un migliaio circa di persone.

ore 14.41: LA DESTRA SI RIUNISCE ALL’ESQUILINO

I movimenti di destra si stanno invece riunendo in questi minuti a piazza dell’Esquilino. Presenti diverse fasce tricolore, finora però saranno sì e no un centinaio di persone.

ore 14.13: EUROSTOP SLITTA, ANCORA POCHE PERSONE

Mentre il corteo del Movimento federalista è partito l’Eurostop sta ancora raccogliendo manifestanti a piazza San Paolo. Ci saranno circa mille persone, poche rispetto alle 8 mila previste. Per ora quindi la partenza rischia di slittare anche dopo le due e mezzo.

ore 13.14: MOVIMENTO FEDERALISTA ALLA BOCCA DELLA VERITA’

Intanto iniziano ad assemblarsi i primi manifestanti per il Movimento Federalista a piazza della Bocca della Verità. Finora non si registrano tensioni. Stamane sono state sequestrate alcune spranghe nascoste nei cespugli del quartiere Testaccio dove dovrebbe passare nelle prossime ore il corteo Eurostop, in partenza alle due da San Paolo.

ore 13.12 ROMA: CORTEO NOSTRA EUROPA VICINO AL COLOSSEO

Il corteo Nostra Europa scorre tranquillo verso il Colosseo. Tra di loro alcuni contadini che chiedono una Europa che appartenga anche a loro.

ore 11.51 ROMA: ALLA GARBATELLA CHECKPOINT CON SAGOME DELLA POLIZIA E FILO SPINATO

Alle 8,30 di questa mattina, alcune autoradio impegnate su questi controlli si sono imbattute in un blocco stradale posizionato da ignoti sulle carreggiate del ponte Settimia Spizzichino (alla Garbatella): diversi rotoli di filo spinato, sagome raffiguranti agenti di polizia, finti cartelli stradali, nonché volantini e manifesti di protesta. Alcuni testimoni hanno riferito della presenza di una trentina di persone con volti celati da passamontagna, che si sono dati alla fuga alla vista delle pattuglie.

ore 11.36 ROMA CORTEI: AL VIA IL CORTEO LA NOSTRA EUROPA, CON VAROUFAKIS

Il corteo per La Nostra Europa partirà da Piazza Vittorio alle 11 in direzione Colosseo. Si prevedono circa 5mila partecipanti. All’inizio ci saranno alcuni interventi e il saluto di Moni Ovadia. Poi si muoverà la manifestazione aperta dallo striscione de La nostra Europa, dietro il quale sfileranno dirigenti e rappresentanti. Presente l’ex ministro greco Varoufakis.

Per i Trattati di Roma oggi Roma è una città blindata. Alcune delegazioni di capi di Stato e Governo sono presenti in città già da giovedì.

LEGGI ANCHE > Trattati di Roma, cosa sono e perché si festeggia il loro anniversario

TRATTATI ROMA CORTEI: CHI SCENDE IN PIAZZA

Nonostante il massiccio impiego di agenti sul territorio il rischio scontri a Roma è alto e legato alla possibilità di infiltrazioni di facinorosi o violenti nei cortei pacifici che sfileranno per le strade della città. In particolare si temono atti terroristici e aggressioni di black bloc.  Ieri, a San Paolo i carabinieri del nucleo informativo di Roma e Torino hanno fermato sette ragazzi legati ai centri sociali del Nord-Est con il bagagliaio pieno di felpe e k-way neri: per i giovani, tutti tra i 22 e i 38 anni, è scattato il foglio di via. Un anno fuori da Roma.

LEGGI ANCHE: Trattati di Roma 2017: la diretta dall’incontro tra i leader europei

(in copertina foto  ANSA/ANGELO CARCONI)