La lite tra Paolo Brosio e Alessandro Cecchi Paone sulla Madonna di Medjugorje

di Stefania Carboni | 07/03/2017

paolo brosio alessandro cecchi paone

Continua la diatriba sulla veridicità della Madonna di Medjugorje. Ieri, nel salotto di Pomeriggio 5, si sono scontrati Paolo Brosio e Alessandro Cecchi Paone. IL primo, ovviamente, a favore dei miracoli e contro la  tesi di Ratko Peric, vescovo della cittadina croata Mostar,  che sostiene come le apparizioni della Vergine non siano veritiere.

«Il vescovo è contro il Vaticano», ha sostenuto Brosio. In salotto, da Barbara d’Urso, c’era Alessandro che racconta del suo tumore, scomparso dopo un pellegrinaggio a Medjugorje con Brosio. «Dopo la quarta operazione – spiega l’uomo – mi hanno detto che non sarei più stato operabile e che sarei arrivato fino a Natale». L’uomo afferma di esser tornato dal viaggio guarito. «Sono contento che lei stia bene. Ma oltre le operazioni le hanno fatto chemio, terapie?», ha chiesto Cecchi Paone. Alessandro spiega di aver fatto la chemio in 10 giorni. «Ahhh, allora la terapia ha funzionato. Era sotto chemio. Non racconti palle», replica Cecchi Paone rivolgendosi a Brosio. Il giornalista non ci sta, replica con le analisi fatte da Alessandro e il suo rivale contrattacca: «Ma sei un vescovo o un medico tu?».

Andato a Medjugorje , la sua ex moglie ha sentito un profumo di lavanda, che non esiste lì, sotto una pioggia torrenziale… (Brosio)

Seee, vabbè (Cecchi Paone)

Quest’uomo è tornato all’ospedale San Martino di Genova, visitato dalla dottoressa Pessin e dal professor Sobrero, si sono levati gli occhiali e hanno detto “Non è possibile, per noi questa è una guarigione inspiegabile”

«Tu ti assumi la responsabilità, della gente che sta casa, di dire di non andare all’ospedale e di andare a Medjugorje?», tuona Cecchi Paone. «Non ho detto questo. Tu mi attribuisci delle falsità», spiega Brosio. Barbara D’Urso prova a riportare la calma in studio spiegando che i tumori si guariscono con le terapie. «Tu – tuona Cecchi Paone rivolgendosi a Brosio – ti assumi la responsabilità sdi dire che quest’uomo è guarito per la Madonna e non per un protocollo medico». «Io – commenta il giornalista – mi rivolgo a Gesù e poi vado in ospedale e credo che Gesù e la Madonna possano sovvertire le leggi della Natura. Se uno si affida al Signore, per volontà di Dio, ci può esser un caso di guarigione inspiegabile».

Auguri. Se vi ammalate andate a Medjugorje. Vi auguro lunga vita (Cecchi Paone)
Alessandro, certo che è guarito per la chemio ma non puoi togliere la fede. La fede non può esser tolta alla gente, qualunque fede essa sia (B. D’Urso)