Spese pazze a 5 stelle: la pagina Facebook che fa le pulci al Movimento

di Redazione | 06/03/2017

C’è una pagina Facebook, che si è riattivata da poche ore, e che sta facendo le pulci ai parlamentari 5 stelle. Si chiama “Spese pazze a 5 stelle” e riprende, grazie alle informazioni del sito Tirendiconto.it, tutte le spese fatte da deputati e senatori M5S.

LEGGI ANCHE: Di Maio e Di Battista da incapienti a 100 mila euro l’anno

SPESE PAZZE 5 STELLE DALLE CENE DI DIBBA ALLA ZTL DELLA TAVERNA

Quanto mangia Dibba? «L’honestà consuma calorie», lancia in modo ironico la pagina riprendendo le spese di vitto fatte da Alessandro Di Battista. Per il mese di ottobre il deputato ha speso 426 euro di alimentari, 274 euro in appuntamenti di lavoro e la modica cifra di oltre 800 euro in cene, pranzo e bar.

spese pazze 5 stelle

Non solo. Nel mirino entrano anche le spese della senatrice Paola Taverna. «Come fa Paola Taverna a farsi rimborsare 1531 € per la ZTL di Roma – spiegano – quando il prezzo annuale del permesso per la ZTL in Centro Storico si aggira attorno ai duecento euro e un permesso per cinque anni costa più o meno mille euro?».

spese pazze 5 stelle

 

 

La pagina è attiva dal 2016 ma solo in queste ultime ore ha ripreso la sua attività. «Fino ad ora abbiamo praticamente giocato. Nel pomeriggio – spiegano – pubblicheremo la nostra “inchiesta” sul modo più sospetto che abbiamo scoperto, usato da tutti i parlamentari M5S per far uscire soldi in modo pulito». Finora dal Movimento tutto tace. Finora