'ndrangheta
|

‘Ndrangheta, colpo alla cosca Piromalli: 12 arresti e sequestro di un consorzio di aziende

Nel giorno in cui in provincia di Trapani vengono arrestati (da Polizia e Dia) sei uomini d’onore di Cosa Nostra, compreso il boss di Alcamo Ignazio Melodia, i carabinieri del Ros eseguono in Calabria un’operazione contro la cosca Piromalli della ‘ndrangheta, arrestando 12 persone e sequestrando il consorzio Copam di Varapodio (in provincia di Reggio Calabria) costituito da oltre 40 aziende e cooperative agricole operanti nella Piana di Gioia Tauro, in Sicilia e nel basso Lazio.

 

LEGGI ANCHE > Firenze, tre detenuti sono evasi dal carcere di Sollicciano con un lenzuolo

 

‘NDRANGHETA, COLPO ALLA COSCA PIROMALLI: 12 ARRESTI E SEQUESTRO DI 40 AZIENDE

Gli arresti e il sequestro sono stati fatti in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip di Reggio Calabria su richiesta della Dda. I reati contestati agli arrestati vanno dall’associazione per delinquere di tipo mafioso e dal concorso esterno in associazione mafiosa, all’intestazione fittizia di beni, alla truffa e ad altri reati aggravati dalle finalità mafiose.

L’operazione dei carabineri del Ros è stata denominata ‘Provvidenza 2’ e segue il fermo, eseguito sempre dai Carabinieri, a gennaio, di 33 persone appartenenti alla stessa cosca Piromalli. Le indagini hanno documentato una forte infiltrazione dei Piromalli nel locale tessuto economico, con particolare riferimento al settore agro-alimentare, grazie alla complicità di imprenditori collusi. Tra i destinatari dell’odierno provvedimento ci sono gli anziani boss Giuseppe ed Antonio Piromalli, da molti anni al vertice della cosca.

(Foto generica da archivio Ansa)