Silvio Berlusconi MIchele Emiliano
|

Silvio Berlusconi e quella cena con Michele Emiliano

Oggi Il Corriere della Sera, in un retroscena a firma di Verderami, racconta della cena con Silvio Berlusconi a cui Emiliano, governatore pugliese, ha partecipato. Il Cavaliere voleva capire di persona quanto stava accadendo nel Pd. E al tempo Emiliano garantì a Silvio: «E comunque io non me ne andrò mai». Riporta il Corriere.

In ogni caso, di quel colloquio a cena Berlusconi ricorda gli attestati di stima e simpatia del suo interlocutore, «già fatti in pubblico e in tempi non sospetti, presidente». «Lo so, non l’ho dimenticato», aveva risposto il Cavaliere ad Emiliano: «Altri invece mi hanno deluso profondamente». E giù una tiritera contro Renzi. Se i rapporti personali con il leader del Pd sono «irrimediabilmente compromessi», come rivela un autorevole esponente democrat del governo, è altrettanto vero che — nella prospettiva delle larghe intese — il Cavaliere sa farsi concavo e convesso all’occorrenza. Perciò attenderà di capire come finirà la sfida nel Pd e con chi in futuro dovrà confrontarsi.
In fondo Berlusconi ha coltivato rapporti con tutti a sinistra durante il suo ventennio, e in tutti ha fatto maturare un pizzico di berlusconismo. D’Alema, per esempio, storico cultore del partitismo, ora dice ciò che da sempre sostiene il Cavaliere: «Noi non saremo un partito, saremo un movimento», ha annunciato presentando la futura piattaforma anti-renziana. Proprio ciò che il leader azzurro ripete ossessivamente ai suoi dirigenti: «Non definite mai Forza Italia un partito ma un movimento». I sondaggi lo consigliano: il termine «partito» sta in coda agli indici di gradimento…

LEGGI ANCHE > Cosa si sono detti Renzi ed Emiliano nella telefonata sulla scissione

A Berlusconi – ha sottolineato Verderami – hanno spiegato che oggi potrebbe non esserci scissione: la resa dei conti sarebbe fissata a martedì, quando ci sarà direzione che dovrà nominare la commissione per il congresso. Problemi di statuto che Silvio non ha mai avuto.

(in copertina foto ANSA/ PASQUALE BOVE)