Dieci meravigliosi reply alle domande di Luigi Di Maio su #Renziconfessa

di Redazione | 17/02/2017

luigi di maio #renziconfessa

Cinque domande dirette all’ex premier e un hashtag ad hoc: #RenziConfessa. A lanciarli dal blog di Beppe Grillo è Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera che interviene sulla vicenda Consip che vede indagato il padre del segretario del Pd. Di Maio ha rilanciato le domande via Twitter e sotto c’è chi, con ironia, ha replicato all’esponente 5 stelle.

LEGGI ANCHE: Inchiesta Consip, Tiziano Renzi indagato per traffico di influenze illecite

LUIGI DI MAIO I REPLY A #RENZICONFESSA

«Ieri – ha spiegato il 5 stelle – nell’ambito dell’inchiesta Consip, una presunta corruzione su un mega appalto da 2,7 miliardi di euro, è stato indagato il padre di Matteo Renzi, Tiziano, per il quale si ipotizza il reato di concorso in traffico di influenza. Il personaggio al centro delle indagini è tale Alfredo Romeo, che si è aggiudicato appalti per oltre 600 milioni, i Pm stanno cercando di capire come e se è stato favorito e se c’è stata corruzione. Per la stessa vicenda sono indagati per rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento il ministro Luca Lotti (braccio destro di Renzi e attuale ministro dello sport) e il comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette». «I giornali, con le eccezioni dagli articoli de La Verità e del Fatto Quotidiano, fino ad ora hanno trascurato questa inchiesta (chissà come mai) e anche oggi più che dare la notizia, la “nascondono” in prima pagina, una nuova tecnica disinformativa: vi sfido a trovarla. Al di là di quello che valuterà la magistratura, qui ci sono delle domande a cui l’uomo che ha ‘governato’ il Paese per oltre mille giorni deve dare risposta a tutti gli italiani». Renzi non figura come indagato e nei reply al vicepresidente c’è chi ci ha scherzato sopra.

guarda la gallery:

 

Matteo Renzi non risponde. Ovvio.