Virginia Raggi e il complotto di Salvatore Romeo contro di lei

di Redazione | 17/02/2017

Virginia Raggi

Virginia Raggi ha fondati dubbi sul fatto che Salvatore Romeo sia un infiltrato dedito a lavorare contro di lei. Il sindaco di Roma lo ha confidato a diverse persone del suo entourage, probabilmente in preda allo sconforto per la nuova polizza assicurativa stipulata in suo favore rivelata ieri dai media. Salvatore Romeo, funzionario comunale promosso capo della segretaria dopo la vittoria di Virginia Raggi, ha stipulato ben tre polizze vita a favore del sindaco di Roma. Anche il nuovo contratto assicurativo, come i precedenti, avrebbe potuto essere riscattato solo dopo la morte di Romeo, e di conseguenza i magistrati lo considerano irrilevante a livello penale. Virginia Raggi è però rimasta particolarmente colpita da un dettaglio, la data della polizza, contratta due giorno dopo il suo interrogatorio ai magistrati. Romeo ha firmato la terza assicurazione vita il 26 gennaio, dopo che la notizia delle altre due, datate gennaio 2016, era diventata un caso nazionale. Un comportamento così strano che non solo Virginia Raggi ha deciso di fare un esposto contro Salvatore Romeo, ma l’ha pure spinta a definirlo un infiltrato intenzionato a danneggiarla. Lo rivela un articolo di Ilario Lombardo su La Stampa, mentre il Fatto Quotidiano riferisce una battuta di Virginia Raggi sul suo ex collaboratore. Il sindaco di Roma, scherzando, avrebbe detto di volergli fare un Tso, un trattamento sanitario obbligatorio, visto che ne ha i poteri. Un’ironia che rivela lo sconforto del primo cittadino. Salvatore Romeo era il funzionario comunale più vicino al gruppo del Movimento 5 Stelle fin dalla consiliatura dell’amministrazione Marino. Romeo avrebbe fatto conoscere Marra a Raggi e Frongia, ed era uno dei quattro componenti del cosiddetto Raggio magico, il gruppo di persone che ha costituito il cuore della nuova amministrazione capitolina nei primi mesi di governo. Virginia Raggi ha già scaricato Raffaele Marra come un semplice dipendente comunale dopo il suo arresto, e ora sembra voler fare persino un passo in più contro Romeo.