matteo renzi
|

E lo staff di Matteo Renzi prepara il sito dei ‘1000 giorni’

Curiosità dalla Rete. Lo scorso 24 gennaio Franco Bellacci, uno dei più stretti collaboratori dell’ex premier Matteo Renzi, ha bloccato i domini internet ‘1000giorni.net’ e ‘1000giorni.info’. Si tratta ovviamente dei ‘mille giorni’ più volte evocati dal segretario del Pd ed ex presidente del Consiglio come arco temporale della sua attività di governo. Era il primo settembre 2014 quando l’allora premier presentava il sito (ancora attivo) passodopopasso.italia.it (dal quale gli italiani avrebbero verificato il programma di governo e i risultati raggiunti) e lanciava la cosiddetta ‘agenda dei mille giorni’. «Ci sono mille giorni da qui a fine maggio 2017. In questi mille giorni le proposte che abbiamo fatto troveranno concretizzazione o meno», diceva Renzi.

 

LEGGI ANCHE > Scissione Pd, l’appello di Matteo Renzi ai dirigenti: «Non andatevene, discutiamo»

 

IN ALLESTIMENTO I SITI DI MATTEO RENZI 1000GIORNI.NET E 1000GIORNI.INFO

Ora che il Pd rischia la scissione e si discute sulla data delle elezioni politiche, è facile immaginare che la creazione dei due nuovi domini nasca dall’esigenza di presentare i risultati conseguiti dal governo Renzi, che sia un’iniziativa utile in tempi di campagna elettorale. Per avere una risposta definitiva dovremo però attendere ancora. Nella homepage i siti risultano infatti «in allestimento». Di sicuro la decisione di creare le nuove pagine arriva dall’entourage del segretario Dem. A Franco Bellacci (social media manager di Renzi) risultano intestati anche il dominio ‘Bastaunsi.it’ (le pagine web dei sostenitori del ‘Sì’ al referendum costituzionale del 4 dicembre scorso) e quelli dell’ultima Leopolda (‘Leopolda7.it’ e ‘Leopoldasette.it’). Come pure ‘Matteorenzi.net’ e  ‘Matteorenzi.info’, che rimandano a ‘Matteorenzi.it’.

(Foto: ANSA / PASQUALE BOVE)