virginia raggi
|

Roma, spunta la terza polizza di Salvatore Romeo a beneficio di Virginia Raggi

Al quadro dei rapporti tra Salvatore Romeo e Virginia Raggi va aggiunto un nuovo tassello. Le polizze vita accese dall’ex capo della segreteria politica della sindaca di Roma a beneficio della prima cittadina non sono due, come emerso finora, ma tre. La terza, da 8mila euro, è stata accesa lo scorso 26 gennaio, appena due giorni dopo la notifica alla Raggi (oggi indagata per abuso d’ufficio proprio per la nomina di Romeo a capo della sua segreteria, e per la nomina di Renato Marra a capo del dipartimento turismo del Campidoglio) a comparire davanti ai pm.

 

LEGGI ANCHE > Virginia Raggi indagata (per abuso d’ufficio) anche per la nomina di Salvatore Romeo

 

TERZA POLIZZA DI SALVATORE ROMEO A BENEFICIO DI VIRGINIA RAGGI

Si tratta di una mossa, quella di Romeo, ancora da decifrare. Una manovra che risulterebbe inspiegabile per gli inquirenti, che non escludono possa essere stata fatta per incastrare la sindaca. Ma potrebbe anche trattarsi di una mossa per precostituirsi una spiegazione alle precedenti polizze vita (Raggi è stata indicata come beneficiaria delle altre due polizze nel gennaio 2016), per dimostrare che le polizze a beneficio di amici stimati (stipulate perfino a loro insaputa) siano una prassi. Scrive oggi Carlo Bonini su Repubblica:

Il Procuratore aggiunto Paolo Ielo e il sostituto Francesco Dall’Olio hanno in mano un atto acquisito dai nuovi accertamenti della squadra mobile di Roma che li sconcerta. E’ appunto una terza polizza vita del modesto valore di 8 mila euro accesa da Romeo con beneficiaria Virginia Raggi. Stesse modalità delle altre due (risalenti al gennaio 2016, sei mesi prima dell’elezione della Raggi a sindaca di Roma e della nomina di Romeo a suo capo della segreteria) e dunque identica impossibilità della «ignara» beneficiaria (la Raggi) di riscuotere il premio in circostanze diverse da quelle della morte dell’assicurato. Ma dal tempismo apparentemente “irragionevole”, al limite dell’autolesionismo.
Dunque – domandano i pm a Romeo – per quale diavolo di ragione era stata accesa quella terza polizza in un momento in cui l’indagine della Procura aveva acceso un faro sulle precedenti due e la Raggi si preparava per giunta ad affrontare il suo interrogatorio? Per metterla in difficoltà? Per alzare una cortina di fumo?

Ma c’è anche un altro particolare da considerare e sul quale gli inquirenti cercano di far luce. Romeo era titolare di una cassetta di sicurezza che è stata completamente svuotata lo scorso 19 dicembre, primo giorno utile dopo l’arresto per corruzione di Raffaele Marra, l’ex fedelissimo di Virginia Raggi. Su questo punto, davanti ai pm, Romeo non avrebbe fornito una spiegazione chiara. Non ha indicato – racconta ancora Bonini su Repubblica – cosa la cassetta contenesse e la coincidenza di averla svuotata subito dopo l’arresto dell’ex capo del Personale del Comune.

guarda il video:

 

ESPOSTO IN PROCURA DI VIRGINIA RAGGI CONTRO SALVATORE ROMEO

Virginia Raggi ha commentato così, entrando in Campidoglio, la notizia dell’esistenza di una terza polizza accesa da Salvatore Romeo e a lei intestata: «La terza polizza? Ho letto anche io i giornali e sono la prima a voler capire una vicenda che mi vede totalmente estranea. Siamo al lavoro con i miei avvocati per capire la vicenda». La sindaca di Roma ha poi annunciato che presenterà un esposto in Procura contro Salvatore Romeo, definendo il suo un «comportamento inaccettabile». «È inaccettabile – ha detto la prima cittadina – che il dott. Romeo abbia fatto una cosa del genere Ne prendo totalmente le distanze. A questo punto con i miei avvocati presenterò un esposto in Procura per tutelare la mia persona».

A quanto si è appreso, come per le altre due polizze vita, anche la terza aveva come causale il «rapporto affettivo».

(Foto: ANSA / ANGELO CARCONI)