L’iPhone di Tiziana Cantone è stato sbloccato dalla polizia

di Redazione | 15/02/2017

tiziana cantone iPhone

I carabinieri hanno sbloccato l’iPhone di Tiziana Cantone, la 31enne morta suicida per la gogna subita sul web. Individuati alcuni contenuti audio della donna inviati prima dell’estremo gesto. Lo scorso ottobre la Procura chiese a Apple lo sblocco del cellulare un sistema che fu già usato dall’Fbi per lo smartphone del killer di San Bernardino.

LEGGI ANCHE >

Tiziana Cantone, parla la zia: «Se avete un cuore lasciateci in pace»

Tiziana Cantone e il processo per il suo diritto all’oblio

TIZIANA CANTON iPHONE BLINDATO DALLA VITTIMA PRIMA DELLA MORTE

Il principale istigazione per il suicidio della giovane di Mugnano risulta ancora l’ex fidanzato di Tiziana, Sergio Di Palo. Secondo quanto riporta oggi Il Mattino i militari della sesta sezione telematica del comando di Napoli sono riusciti sbloccare l’iPhone di Tiziana riuscendo a non attivare quella funzione di sicurezza prevista nel sistema iOS che avrebbe cancellato tutti i dati sul dispositivo dopo dieci tentativi errati. La ragazza, prima di morire, aveva spento tutto blindando di fatto il dispositivo. Ora c’è finalmente luce sulle chiamate uscite e ricevute su quel cellulare inclusi i rapporti che la giovane aveva mantenuto con i due ex ragazzi.