Donald Trump, vietato il discorso al Parlamento britannico

di Redazione | 07/02/2017

Trump Parlamento britannico

Trump non potrà intervenire al Parlamento britannico. Lo ha deciso lo Speaker della Camera dei Comuni, John Bercow, che ha annunciato la sua intenzione di opporsi all’eventuale richiesta del nuovo presidente americano di svolgere un discorso davanti ai parlamentari del Regno Unito. Il divieto di John Bercow, un deputato che era iscritto al gruppo dei Conservatori prima di esser eletto alla guida della Camera dei Comuni, carica super partes, è stato motivato dal dissenso verso le opinioni sessiste e razziste espresse da Donald Trump. Lo Speaker di Westminster Hall ha rimarcato che era contrario a far intervenire Trump di fronte al Parlamento britannico anche prima del divieto di ingresso temporaneo ai musulmani. Il decreto esecutivo che blocca l’immigrazione da 7 Paesi a prevalenza islamica giudicati a rischio terrorismo ha rafforzato la convinzione di Bercow.

LEGGI ANCHE > Casa Surace risponde a Donald Trump: ecco Italy Second | VIDEO

Per quanto riguarda il Parlamento, avverto fortemente come la nostra contrarietà al razzismo e al sessimo e la difesa dell’uguaglianza davanti alla legge come il sostegno a un potere giudiziario indipendente siano considerazioni molto importanti per la Camera dei Comuni.

John Bercow ha evidenziato come la tenuta di un discorso di fronte al Parlamento britannico sia un diritto che vada meritato, un onore che deve esser guadagnato dal relatore. La presa di posizione dello Speaker della Camera dei Comuni rappresenta una delle più rilevanti prese di posizione contro l’amministrazione Trump decise da uno Stato estero. Il Regno Unito è tradizionalmente l’alleato più fedele degli Stati Uniti, tanto che Theresa May è stata la prima leader internazionale a incontrare il nuovo presidente. L’opinione pubblica britannica è però sempre più ostile a Trump, tanto che oltre 2 milioni di persone hanno firmato la petizione per negare al presidente americano gli onori tradizionali concessi durante la visita di un capo di Stato.

Foto copertina: profilo Facebook di Donald Trump