camorra
|

Camorra e gioco online, altro colpo al clan dei Casalesi: 46 arresti in 7 province

Altro colpo alla camorra. I carabinieri di Casal di Principe (in provincia di Caserta) hanno eseguito 46 misure cautelari nei confronti di 46 indagati ritenuti appartenenti al potente clan dei Casalesi. I provvedimenti sono stati eseguiti nelle province di Caserta, Napoli, Benevento, Viterbo, Parma, Cosenza e Catanzaro. Tra i destinatari dei provvedimenti anche l’ex boss Francesco Schiavone, detto Sandokan, e il figlio Walter.

 

LEGGI ANCHE > Mafia, camorra e ‘ndrangheta hanno nomi e cognomi: la mappa dei clan comune per comune | Gallery

 

CAMORRA E GIOCO ONLINE, COLPO AL CLAN DEI CASALESI: 46 ARRESTI

Il presunto gruppo criminale camorristico finito in manette è accusato di essere dedito alle estorsioni e alla gestione del gioco on-line ed è riconducile alla fazione Venosa-Schiavone del clan dei Casalesi e secondo le indagini l’organizzazione incassava quasi il 60% dei guadagni degli esercenti ai quali veniva imposta la piattaforma. Il gruppo agiva prevalentemente nei comuni casertani dell’Agro Aversano.

CAMORRA E GIOCO ONLINE, COLPO AL CLAN DEI CASALESI: ACCUSE

Le misure cautelari sono state emesse dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea. Le accuse contestate dagli inquirenti sono, a vario titolo, di associazione mafiosa, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, ricettazione, estorsione, illecita concorrenza con minacce e violenza, intestazione fittizia di beni, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio e detenzione illegale di armi.

(Foto di copertina generica da archivio Ansa)

TAG: camorra