Il silenzio di Beppe Grillo sulla polizza a sua insaputa di Virginia Raggi

di Redazione | 03/02/2017

Beppe Grillo

Beppe Grillo è rinchiuso nel silenzio da molte ore, quando è iniziato l’interrogatorio di Virginia Raggi. I social del leader M5S non sono praticamente più aggiornati: su Twitter tutto bloccato da ormai quasi 20 ore, su Facebook è stato condiviso un post sui vitalizi dei parlamentari nel tardo pomeriggio di ieri, e poi nulla questa mattina. Dalle ore 10 il blog e i social son tornati a esser aggiornati, ma per il momento permane il silenzio sul caso che riguarda Virginia Raggi.

 

Beppe Grillo

Un comportamento molto anomalo per Grillo, di solito pronto a commentare ogni fatto di cronaca a stretto giro di posta, per non perdere il ritmo della comunicazione online. L’imbarazzo in casa M5S è elevato.

LEGGI ANCHE > Virginia Raggi e la polizza di Salvatore Romeo come «regalo a mia insaputa»

Prima o poi Beppe Grillo dovrà rompere il silenzio sulla polizza a vita a sua insaputa, con cui Virginia Raggi si è giustificata davanti ai magistrati in merito al contratto assicurativo in suo favore stipulato da Salvatore Romeo.

Foto copertina: profilo Facebook di Beppe Grillo