Caivano (Napoli), imprenditore 52enne ucciso a bordo della sua auto

di Redazione | 01/02/2017

caivano

Poco prima delle 6 di stamattina un uomo di 52 anni, Antonio Varracchio, è stato ucciso a Caivano (in provincia di Napoli). Il 52 enne, di Crispano, era titolare di un’azienda per la lavorazione delle carni ed era incensurato. I sicari gli hanno sparato contro diversi colpi d’arma da fuoco mentre era a bordo della sua autovettura. Sul luogo dell’uccisione sono poi giunti i carabinieri della compagnia di Casoria e il Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, per effettuare rilievi ed avviare le indagini. I carabinieri sono coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

 

LEGGI ANCHE > Matteo Salvini: «Capisco chi vuole il nuovo Mussolini»

 

CAIVANO, IMPRENDITORE 52ENNE UCCISO A BORDO DELLA SUA AUTO

L’agguato è avvenuto nei pressi dell’abitazione dell’uomo, in Via Sturzo. Antonio Varracchio era a bordo di una Fiat Stilo quando sono sopraggiunti i sicari che hanno sparato 6-7 colpi. I finestrini laterali della vettura si sono rotti da ambo i lati. Antonio Varracchio non aveva con sé documenti ed è stato riconosciuto dalla moglie.

CAIVANO, IMPRENDITORE 52ENNE UCCISO: NESSUNA PISTA ESCLUSA

Per far luce sull’omicidio i carabinieri hanno cominciato a indagare sulle ultime ore di vita dell’uomo, i contatti e le attività dell’azienda. Sono forse due i sicari entrati in azione a Caivano. Le modalità dell’agguato fanno pensare che il mandato ricevuto dai killer era quello di non lasciare scampo alla vittima. Gli investigatori dovranno ovviamente far luce anche sulle attività economiche di Antonio Varracchio. Verranno vagliate ad esempio le piste dell’usura del racket o altro. La pista della rapina sfociata in omicidio viene considerata meno plausibile.

(Immagine generica da Pixabay.com)