Spread, si avvicina quota 200

di Redazione | 30/01/2017

spread

Lo spread torna vicino a quota 200 punti base. Il differenziale tra i titoli decennali emessi dal ministero del Tesoro, i Btp, e le obbligazioni a identica di maturità di riferimento dell’Eurozona, i Bund tedeschi, è di 184 punti. Un valore elevato, non lontano da soglie giudicate di pericolo. La tendenza all’aumento dei rendimenti dei Btp è consolidata da ormai da diverso tempo, come mostra anche il differenziale coi Bonos spagnoli. A fine estate sui mercati i due titoli erano scambiati a tassi equivalenti rispetto alla distanza coi Bund, mentre ora la differenza tra le obbligazioni decennali è vicina ai 70 punti base. I rendimenti dei Btp superano il 2%, e il rialzo del costo del debito rischia di aggravare la già fragile situazione finanziaria del nostro Paese, a cui la Commissione UE chiede una manovra di correzione di bilancio. Lo scenario di una crisi simile a quella del 2011 è ovviamente ancora lontana, ma dopo le difficoltà dei titoli delle banche in Borsa che avevano caratterizzato l’anno scorso il 2017 si è aperto con il ritorno dello spread.

LEGGI ANCHE> Beppe Grillo contro il consigliere M5S in Liguria Francesco Battistini

Foto copertina: immagine generica tratta da Pixabay

TAG: Spread