Donald Trump vuole rafforzare la lotta contro l’ISIS per sconfiggere i terroristi

di Redazione | 27/01/2017

Donald Trump ISIS

Donald Trump vuole rafforzare la lotta contro l’ISIS. Il presidente americano ha deciso di cambiare strategia contro i terroristi del sedicente Stato islamico, chiedendo al segretario della Difesa James Mattin operazioni più aggressive in Siria e in Iraq. L’obiettivo è colpire più duramente le postazioni dell’ISIS, schierando eventualmente anche unità di artiglieria ed elicotteri per l’assalto preventivato contro Raqqa. Trump, come riferisce il New York Times, ha sollecitato i vertici del Pentagono a predisporre un piano d’azione per sconfiggere i terroristi dell’ISIS. Durante la campagna elettorale il presidente aveva criticato il suo predecessore Barack Obama per una strategia di contrasto troppo morbida. La maggior aggressività nei confronti del gruppo terrorista che, per quanto indebolito, controlla ancora vaste porzioni di territorio in Siria e Iraq è stata preannunciata da Trump su FoxNews. Nel corso di un’intervista al canale TV di Murdoch, schierato a destra, Trump aveva definito i terroristi dell’ISIS come ratti sporchi, evidenziando la loro malvagità nel farsi saltare in aria uccidendo innocenti nei centri commerciali. Il presidente aveva evidenziato come gli Usa stiano combattendo contro un nemico subdolo, che non indossa le divise come facevano i tedeschi durante la II Guerra mondiale.

LEGGI ANCHE> Trump: il muro col Messico pagato con dazi al 20%

Foto copertina: profilo Facebook di Donald Trump