tweet rai parlamento
|

Epic fail di Rai Parlamento, twitta la bocciatura dell’Italicum ma i giudici sono ancora riuniti

«Chiediamo scusa per errore di comunicazione». Rai Parlamento si è scusata così dopo un pasticcio creato probabilmente da chi gestisce il proprio account Twitter ufficiale. Durante l’attesa della sentenza della Consulta sull’Italicum, è stato inviato un tweet con la notizia della bocciatura (da parte dei giudici della Corte Costituzionale) della legge elettorale  in vigore per la Camera dei Deputati. «La Consulta boccia i capilista bloccati. Potrà essere bocciato solo l’ultimo posto», è il messaggio spuntato alle 14.30. Peccato però che in quei momenti la Camera di Consiglio della Consulta era ancora riunita per stabilire il verdetto.

 

 

Nel giro di poco Rai Parlamento ha rimosso la notizia fasulla diffusa. Ma non in tempo per evitare il tam-tam in rete. Diversi utenti hanno fatto uno screenshot del tweet rilanciandolo sui social network. Tra i canali più attenti anche Youtrend.

 

rai parlamento consulta italicum

LEGGI ANCHE > Sentenza Italicum, cosa deciderà la Corte costituzionale

 

EPIC FAIL RAI PARLAMENTO SU TWITTER, IRONIA IN RETE

I commenti ironici e critici non si sono fatti attendere. «Figura da cioccolatai», ha commentato Stefano ‘screenshottando’ il cinguettio. «Ma non è errore di comunicazione, è fare informazione in modo sciatto e pericoloso. Due volte», ha aggiunto un altro utente, Lorenzo. «L’unica fonte, @RaiParlamento ha eliminato il tweet da cui abbiamo appreso la notizia», è quanto spiegato da YouTrend. Intanto la pagina della Corte Costituzionale, con continui accessi al sito, diventa per alcuni secondi irraggiungibile. Eppure, come ricordano in diretta anche i cronisti di Rai News, la Camera di Consiglio è ancora riunita e non c’è comunicazione ufficiale sulla sua decisione. Le scuse di Rai Parlamento basteranno a calmare le acque? «Tranquilli – è stato il commento di un utente su Twitter – è stato bellissimo così. Anzi fatelo più spesso».

Il pasticcio di Rai Parlamento è stato commentato anche da qualche parlamentare. «Pasticcio Rai Parlamento su tweet diffuso e poi cancellato su sentenza Consulta: chi paga? C’è un direttore e ben 4 vicedirettori», ha scritto su Twitter il deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi, pubblicando l’immagine del tweet rimosso.

(Immagine di copertina: screenshot da account Twitter di Rai parlamento via YouTrend)