valanga hotel rigopiano
|

Valanga Hotel Rigopiano, identificate tutte le 29 vittime. I nomi

Ultimo aggiornamento, 27 gennaio, ore 12.45.

È di 29 morti e 11 sopravvissuti il bilancio definitivo della valanga che mercoledì 18 gennaio 2017 ha travolto l’Hotel Rigopiano di Farindola, sul Gran Sasso. L’identificazione delle 29 vittime si è conclusa nella tarda serata di giovedì 26.

NOMI VITTIME VALANGA HOTEL RIGOPIANO

Dalle macerie sono stati estratti i corpi senza vita di 14 uomini e 15 donne: Valentina Cicioni, Marco Tanda, Jessica Tinari, Foresta Tobia, Bianca Iudicone, Stefano Feniello, Marina Serraiocco, Domenico Di Michelangelo, Piero Di Pietro, Rosa Barbara Nobilio, Sebastiano Di Carlo, Nadia Acconciamessa, Sara Angelozzi, Claudio Baldini, Luciano Caporale, Silvana Angelucci, Marco Vagnarelli, Paola Tomassini, Linda Salsetta, Alessandro Giancaterino, Cecilia Martella, Emanuele Bonifazi, Luana Biferi, Marinella Colangeli, Alessandro Riccetti, Ilaria Di Biase, Roberto Del Rosso, Gabriele D’Angelo, Dame Faye.

Per quanto riguarda gli 11 sopravvissuti 2 tratti in salvo poche ore dopo il crollo e altri 9 estratti vivi da neve e macerie e poi ricoverati all’ospedale di Pescara. Delle 9 persone estratte vive 5 sono adulti e 4 bambini. Nessuna è mai stata in pericolo di vita. Nella struttura c’erano complessivamente 40 persone: 28 ospiti, di cui 4 bambini, e 12 dipendenti, compreso il titolare Roberto Del Rosso e il rifugiato senegalese Faye Dane.

 

LEGGI ANCHE > Hotel Rigopiano, l’ordine dei Geologi della Regione Abruzzo non ci sta: «Ricostruzioni fantasiose sui media»

 

NOMI SOPRAVVISSUTI VALANGA HOTEL RIGOPIANO

Ai due sopravvissuti recuperati all’alba di giovedì, il cuoco Giampiero Parente e il ‘tuttofare’ dell’hotel Fabio Salzetta, si sono aggiunti la moglie di Parete, Adriana Vranceanu, il figlio Gianfilippo Parete, e i tre bimbi recuperati nel pomeriggio: l’altra figlia del cuoco, Ludovica Parete, Edoardo Di Carlo e Samuel Di Michelangelo. Durante la notte tra venerdì e sabato sono poi state estratte vive altre quattro persone, due uomini (Giampaolo Matrone e Vincenzo Forti) e due donne (Francesca Bronzi e Giorgia Galassi).

(Foto di: Soccorso Alpino Speleologico Lazio)