Incendio Genova, a Pegli gli sfollati rientrano nelle case | VIDEO

di Redazione | 17/01/2017

incendio genova

INCENDIO GENOVA

14.43. Incendio Genova, 275 sfollati, tutti rientrati nelle case. Il prefetto di Genova Fiamma Spena ha detto che cli sfollati in segioto all’incendio sono stati 275 stamani, più 20 persone di un agriturismo che sono state ugualmente fatte sfollare. Tutti sono rientrati nelle loro abitazioni.

14.41. Incendio Genova, impegnati 143 vigili del fuoco e 5 canadair. Stando a quanto riferito dal prefetto di Genova Fiamma Spena al termine di un tavolo tecnico interforze sono 143 i vigili del fuoco presenti sul territorio ligure per l’emergenza incendi che perdura ormai da 24 ore. Spena ha detto anche che sui 6 canadair presenti su tutto il territorio nazionale, 5 sono stati fatti convergere sulla Regione.

14.35. Incendio Genova, giunta Coni in videoconferenza. A causa degli incendi divampati nei boschi di Genova ma è stata salvata da una videoconferenza la giunta nazionale del Coni, convocata nel capoluogo ligure dal presidente del Comitato Giovanni Malagò. Un volo con 6 membri della giunta del Coni a bordo è stato dirottato a causa del fumo che impediva l’atterraggio all’aeroporto Colombo, ma il numero legale è stato garantito grazie a un collegamento volante. Malagò, arrivato invece regolarmente a Genova con gli altri membri della giunta, ha incontrato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco Marco Doria.

13.45. Incendio Genova, Toti: «Niente danni a strutture» «Serve punire i responsabili in modo esemplare e innescare un percorso virtuoso di prevenzione, consci del fatto che non è facile né poco oneroso date le dimensioni del patrimonio boschivo», ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. «Non c’è dubbio – ha aggiunto – ci sarà da fare la conta danni. Su Nervi hanno bruciato aree di sterpaglie e sottobosco ma né li né a Pegli ci risultano danni a strutture come case o impianti produttivi. I danni sulle aziende li valuteremo nel caso ma ora l’emergenza è lasciare persone nelle proprie case e mettere in sicurezza». «La prevenzione – ha ricordato il governatore – è un tema che va analizzato, la Liguria ha una parte boschiva di oltre il 70% della sua superficie, un territorio vastissimo e tutto quello che potremo fare in questo senso lo faremo».

13.43 Incendio Genova, operaio indagato. C’è un indagato per l’incendio scoppiato ieri a Nervi e che ha devastato le colline del levante genovese. Il pm Cristina Camaiori ha iscritto nel registro un operaio di 45 anni che lavora per una società che svolge appalti per Autostrade. L’uomo, secondo quanto sospettano gli inquirenti, stava lavorando alla sistemazione di un paramasso sulla A12 nei pressi dell’area di servizio di Sant’Ilario quando gli è caduto il flessibile. Dall’utensile sono partite scintille, fiamme che hanno innescato il rogo. L’operaio è accusato di incendio colposo. Al vaglio la posizione di altri due colleghi.

13.39. Incendio Genova, riaperte strade. Sulla autostrada A10 Genova-Savona è stato riaperto il tratto tra Genova Voltri e Genova Pegli in direzione di Genova, che era stato chiuso per incendio. A comunicarlo è Autostrade per l’Italia. Sul posto, fanno sapere, attualmente si transita su una sola corsia in entrambe le direzioni e si registra un chilometro di coda tra Pegli e Voltri, verso Savona, mentre tra Arenzano e Genova Pegli verso Genova si registrano sette chilometri di coda.

12.35. Incendio Genova, rogo a Nervi colposo, a Pegli doloso. Stando quanto si apprende da fonti investigative qualificate l’incendio che ha devastato la collina sopra sant’Ilario, nel comune di Nervi, potrebbe esser stato generato da un fuoco acceso da alcuni operai per scaldarsi mentre il rogo a Pegli avrebbe origini quasi certamente dolose. Attualmente il fronte critico è la Val Brevenna e il quartiere ‘Giardino’ di Pegli. Ma anche nel Levante di Genova la situazione non è risolta a causa del forte vento che ostacola anche il lavoro dei Canadair. Focolai sono attivi su Monte Moro.

Incendio Genova, sfollati rientrati nelle loro case. Sono tutti rientrati nelle loro case gli oltre 300 sfollati costretti a abbandonare la propria abitazione a Pegli, nel quartiere Orizzonte, a causa del vasto incendio sulle colline del piccolo comune genovese. Il Comune ha comunciato che in tutto sono attivi 50 volontari anti-incendio boschivo nel levante e 50 nel ponente per le operazioni di spegnimento delle fiamme. Il Comune di Genova, inoltre, raccomanda lo sgombero delle strade dai veicoli per non ostacolare il lavoro dei mezzi antincendio.

11.36. Incendio Genova, traffico intenso su Aurelia. Anas comunica che sulla strada statale 1 Aurelia il traffico è molto intenso nel tratto compreso tra Arenzano, al km 550,000 e l’inizio dell’abitato del comune, al km 544,120, a causa della chiusura dell’autostrada A10 tra i caselli di Genova Voltri e Genova Aeroporto. C’è un incolonnamento di automezzi che utilizzano il casello autostradale di Arenzano per uscire dalla A10. Sulla statale 1 Aurelia è presente il personale Anas.

11.36. Incendio Genova, attivo numero di emergenza. Alcune palazzine sono state evacuate all’alba in via della Pineta. «Stiamo suonando porta per porta in via della Pineta e in via Salgari per valutare le eventuali evacuazioni», ha raccontato a Primo Canale l’assessore comunale alla Protezione Civile Gianni Crivello. Nel solo quartiere Orizzonte – spiegano sul sito – sono state sfollate almeno 300 persone. La protezione civile comunale ha attivato il numero verde 800.177.797.

11.27. Incendio Genova, chiuse tre scuole in Val Varenna. Sono tre le scuole chiuse in Val Varenna perché minacciate dal rogo. A rendere nota l’informazione è l’assessore comunale alla Scuola Pino Boero. Le scuole interessate alla chiusura sono la Scuola dell’infanzia Val Varenna, la Scuola media Alessi e il Liceo Mazzini in piazza Bonavino. Due persone sono state sfollate dalla loro abitazione e ricoverate in ospedale. Tra Pegli e la Val Varenna sono attivi 3 Canadair, un elicottero, 40 volontari, diverse squadre di vigili del fuoco provenienti da altre regioni come, ad esempio, l’Emilia Romagna.

 

guarda il video:

 

11.26. Incendio Genova, rogo anche a Chiavari. C’è anche un rogo di circa 400 metri che brucia nei boschi di San Colombano Certenoli, in Valfontabuona, nell’entroterra di Chiavari. Il forte vento non aiuto. In arrivo sul post un canadair

11.21. Incendio Genova, pericolo per le abitazioni alle spalle di Pegli. L’incendio divampato nel ponente di Genova sta minacciando le abitazioni di via Assarino, in Val Varenna, alle spalle di Pegli. Il fronte del fuoco si trova in una zona impervia: i pompieri stanno dirottando nell’area i due Canadair che operano a Ponente. Migliorata invece la situazione a Pegli 2 dove stanotte gli abitanti sono stati costretti a lasciare le case: alcuni dei 300 sfollati hanno già fatto rientro nelle abitazioni.

 

Incendio Genova, allarme dalle 6 del mattino. Da stamattina alle 6 un nuovo incendio che, dopo le ore di emergenza sul levante di Genova, sta creando allarme nel ponente. Le fiamme hanno invaso le alture del quartiere di Pegli. Un fronte vasto anche in questo caso alimentato dal forte vento di queste ore. A causa del fumo è stata chiuso un tratto di A10, tra i caselli di Voltri e Pegli, in direzione Genova, con forti ripercussioni su tutta la viabilità ordinaria. Il rogo infatti si è sviluppato fra via Salgari e la val Varenna, vicino al passaggio dell’autostrada. In zona una famiglia è stata fatta allontanare da casa.

 

guarda il video:

 

(foto copertina via Youtube)

TAG: Genova, Pegli