|

Messico, un italiano è morto in una sparatoria in discoteca a Playa del Carmen: Daniel Pessina

C’è anche un italiano, Daniel Pessina, di origini milanesi, tra le cinque vittime dell’attacco avvenuto nella notte in una discoteca a Playa del Carmen, in Messico. La sparatoria è avvenuta durante il festival di musica elettronica Bpm. Tra i cinque morti, oltre a Pessina, anche altri tre stranieri: due cittadini canadesi e un colombiano. I feriti sarebbero una quindicina.

A rendere noto che c’è anche un italiano tra le cinque vittime della sparatoria a Playa del Carmen (avvenuta precisamente nelle prime ore del mattino fuori dalla discoteca Blue Parrott) è stato il procuratore dello Stato messicano di Quintana Roo, Miguel Angel Pech Cen. Il procuratore aveva inizialmente sottolineato che «per garantire il successo delle indagini ed evitare fughe di notizie» non sarebbero stati diffusi ulteriori dettagli. Poi sono stati i media a diffondere il nome di Daniel Pessina. Nel frattempo anche la Farnesina confermava la presenza di un italiano tra le vittime.

 

 

DANIEL PESSINA, ITALIANO MORTO IN UNA SPARATORIA IN DISCOTECA IN MESSICO

Non sono ancora chiari i motivi che hanno innescato la sparatoria, avvenuta alle 2.30 locali circa. Secondo la ricostruzione della Procura una persona con in mano un’arma da fuoco è entrata nel locale di Playa del Carmen (uno dei locali dove si stava svolgendo il festival di musica elettronica Bpm) nonostante i tentativi della sicurezza di impedirlo. Poco dopo sarebbe iniziata la sparatoria. Secondo quanto riferito in tv da un poliziotto (Rodolfo Del Angel, direttore della polizia dello stato di Quintana Roo) la sparatoria sarebbe scoppiata a causa di «un diverbio tra persone che si trovavano all’interno» del locale e che le guardie di sicurezza sono rimaste coinvolte quando hanno tentato di aver bloccare la lite. Due delle cinque vittime sono agenti della sicurezza, altre due spettatori (uno dei quali ha perso la vita nel corso della fuga di massa dal locale dopo gli spari), mentre la quinta è deceduta in ospedale. Per accertare l’esatta dinamica dei fatti la polizia messicana sta esaminando i filmati delle telecamere di sicurezza.

 

daniel pessina
(Immagine: screenshot da Google Maps)

 

Tre persone sono state al momento fermate in quanto sospettate di essere coinvolte nella sparatoria, che secondo il procuratore non è legata ad atti di terrorismo. Si segue la pista di un regolamento di conti tra criminali.

DANIEL PESSINA, MESSAGGI SUL PROFILO SOCIAL

Dopo la notizia della morte sono spuntati sui social messaggi di chi conosceva Daniel Pessina. Sul suo profilo Facebook il ragazzo sabato scorso aveva pubblicato un video in diretta di una discoteca. «Rip», «Senza parole», si legge ora nei commenti.

(Immagine: screenshot da Google Maps)

TAG: Messico