Cosa diamine ha detto Trump nella sua prima conferenza stampa da Presidente degli Stati Uniti d’America

di Stefania Carboni | 11/01/2017

«Ho grande rispetto per la libertà di stampa ma siamo in presenza di una caccia alle streghe e di informazioni false, magari alcune anche fornite dai servizi di intelligence: voglio dire che sono infondate e non avrebbero mai dovuto essere scritte o diffuse. Sarebbe una macchia».
Nella sua prima conferenza stampa da presidente eletto, Donald Trump attacca le indiscrezioni sul materiale compromettente che la Russia avrebbe raccolto su di lui.
Ma non si è limitato solo a spiegare questo aspetto.

LEGGI ANCHE: Donald Trump vuole l’antivaccinista Kennedy a capo di una commissione sui vaccini

DONALD TRUMP SULL’OBAMACARE

Il presidente eletto Donald Trump ha definito l’Obamacare un “completo e totale disastro” e ha promesso che sarà “abrogata e sostituita nello stesso giorno, nelle stesse ore”.

DONALD TRUMP E L’ECONOMIA: INDIETRO L’INDUSTRIA FARMACEUTICA

«Sono stato molto attivo negli ultimi giorni: molte case automobilistiche hanno annunciato che investiranno negli Usa piuttosto che in Messico. Vorrei ringraziare Fiat Chrysler e Ford, spero che Gm li segua. L’atmosfera è molto positiva: creeremo posti di lavoro e io sarò il più grande creatore di lavori che Dio abbia mai creato» ha dichiarato. «Ora bisogna far tornare indietro l’industria farmaceutica».

DONALD TRUMP E LA SUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI (CHE NON SVELA)

Sul suo patrimonio Trump replica a chi chiese di rendere nota la sua dichiarazione dei redditi. «Si tratta di una questione che interessa solo a voi, quindi non la renderò pubblica». Poi l’annuncio: «dei miei affari si occuperanno i miei figli». Secondo il suo avvocato Sheri Dillon: «Trump ha ceduto il controllo delle sue società e si dimetterà da tutte le posizioni nell’ambito della Trump Organisations».

DONALD TRUMP E IL MESSICO

Lo ha ribadito in conferenza stampa il presidente eletto Donald Trump: il muro al confine col Messico si farà. “Potremmo aspettare un anno, un anno e mezzo, ma non voglio”, ha aggiunto. “Il Messico ci rimborserà. In qualche forma, ma succederà”