Chi è Roberto Gagliardini, il mediano che ha stregato la Serie A passato all’Inter

di Redazione | 11/01/2017

Roberto Gagliardini

Il nerazzurro nel destino. Roberto Gagliardini, centrocampista 22enne cresciuto nel vivaio dell’Atalanta ed esploso nelle fila bergamasche all’inizio di questa stagione, è pronto a iniziare una nuova avventura, all’Inter. Stessi colori, palcoscenico diverso. Un’operazione da quasi 30 milioni di euro, 2 da versare subito, 23 a fine stagione per il riscatto, il resto in bonus. Il trasferimento del ragazzo di provincia in una delle capitali del calcio mondiale, insomma, si realizza nel segno della plusvalenza.

LEGGI ANCHE > Il Guardian incorona Fabio Pisacane calciatore dell’anno

 

ROBERTO GAGLIARDINI, UOMO MERCATO

L’occasione della vita per un giovane acqua e sapone cresciuto a pane e Atalanta. Gagliardini ha vestito tutte le maglie delle giovanili della Dea, conquistando la prima squadra partendo dal basso, disegnando volta per volta le geometrie che lo hanno reso famoso, facendo il lavoro sporco in mezzo al campo se necessario. Applicazione e visione di gioco hanno stregato la Serie A, facendo di lui uno dei prospetti più interessanti del nostro calcio.

Gagliardini è uno che ha bruciato le tappe, prendendosi rari momenti di pausa. Dall’esordio in prima squadra nel 2013 (una partita di Coppa Italia contro il Sassuolo), alla prima convocazione nella nazionale di Giampiero Ventura nel novembre del 2016 il passo è stato brevissimo. In mezzo, tre esperienze poco fortunate in Serie B con Cesena, Spezia e Vicenza, condizionate da problemi fisici e difficoltà di adattamento. La cadetteria, evidentemente, non era il suo ambiente.

Bergamo gli ha restituito il sorriso. A due passi da casa, a stretto contatto con i genitori – entrambi insegnanti di educazione fisica – e con la storica fidanzata Nicole, Gagliardini ha ritrovato la sua dimensione ideale. Punto fermo della formazione di Gian Piero Gasperini, ha disputato 14 partite in questo girone d’andata, rendendosi protagonista del miglior avvio di stagione nella storia dell’Atalanta.

ROBERTO GAGLIARDINI, DESTINAZIONE INTER

Una media-partita che ha puntato su di lui gli occhi dei direttori sportivi di mezzo campionato. Alla fine, potrebbe averla spuntata l’Inter di Stefano Pioli che potrà ridisegnare il suo centrocampo, assicurandosi un mediano vero e spostando Marcelo Brozovic più vicino all’area avversaria. Viste le prestazioni altalenanti di Ever Banega, Joao Mario e Geoffrey Kongdobia, un giocatore che serve come il pane ai nerazzurri per proseguire la rincorsa verso la difficile qualificazione Champions.

Gagliardini ha la valigia pronta e il piede carico. Dovrà confermare la sua crescita esponenziale senza avvertire il peso di essere uno dei calciatori più pagati di questo mercato di gennaio, campionato cinese escluso. Per lui, che ha in tasca il diploma di ragioneria, non è più tempo di fare calcoli: San Siro è pronto ad abbracciarlo già sabato sera quando a Milano arriverà il Chievo.

(Foto: immagine postata sul profilo Fb di Gagliardini)