16 persone arrestate per il furto e il sequestro di Kim Kardashian

di Redazione | 09/01/2017

Kim Kardashian arresti

Il furto di Kim Kardashian avvenuto a Parigi a  inizio ottobre del 2016 potrebbe essere stato risolto dalle autorità francesi. 16 persone sono state arrestate per rapina a mano armata, sequestro di persona e associazione a delinquere.

KIM KARDASHIAN ARRESTI

La polizia francese ha confermato le indiscrezioni di diverse testate sugli arresti compiuti nei confronti dei presunti responsabili della rapina a mano armata subita da Kim Kardashian. L’operazione si è svolta nella notte a Parigi e nel vicino dipartimento della Senna-Saint-Denis. Le prove decisive per l’arresto delle 16 persone accusati di aver rapinato a mano armata Kim Kardashian e di averla sequestrata sono stati un ciondolo del valore di 30 mila euro abbandonato durante la fuga, così come le tracce di DNA trovate all’interno della stanza d’albergo dove era avvenuto il furto. La moglie di Kanye West aveva subito un furto di gioielli per un valore di circa 9 milioni di euro.

IL FURTO SUBITO A PARIGI DA KIM KARDASHIAN

Le generalità dei 16 presunti ladri non sono state rivelate, ma a quanto risulta a TF1/LCI gli arrestati non erano al loro primo colpo, ed erano conosciuti alle forze dell’ordine per le loro attività criminali passate. Tra i fermati, che al momento sono interrogati dalla polizia francese, ci sarebbero diverse persone di più di 50 anni, e anche un presunto malvivente di 72 anni. Kim Kardashian era stata rapinata nella sua stanza d’albergo di Parigi, dove si trovava durante la settimana della moda, nella notte tra il 2 e il 3 ottobre. Al reality show sulla sua famiglia la star della TV aveva rotto il silenzio sull’episodio, spiegando in modo commosso di non aver potuto opporsi al furto perché minacciata di morte.