viaggi assessora roma
|

Roma, l’assessora con la valigia: tre delibere e 15 viaggi (spesso a spese del Comune)

Se c’è da spostarsi per lavoro in altre regioni d’Italia o in Europa l’assessore alla Roma Semplice Flavia Marzano non si tira mai indietro. Lo racconta oggi un articolo di retroscena di Repubblica a firma di Giovanna Vitale che elenca le missioni del membro della giunta capitolina guidata da Virginia Raggi nei primi mesi dopo l’insediamento.

 

LEGGI ANCHE > Non solo uomo di fiducia in Campidoglio, Marra suggerì a Raggi le mosse elettorali

 

VIAGGI ASSESSORA ROMA, IN POCHI MESI TRE DELIBERE E 15 MISSIONI

Dal fine settembre ad oggi, Marzano ha partecipato a 4-5 convegni al mese, in media uno a settimana, spostandosi in lungo e in largo per il Paese e l’Europa: da Barcellona a Venezia, passando per Parigi, Milano, Torino, Bologna, Napoli, Capri, Teggiano, Bari, Reggio Calabria. Complessivamente i viaggi dell’assessora (che ha firmato solo tre delibere) sono stati 15. E spesso a pagare è stato il Campidoglio. Ma il numero delle missioni (emerso dopo un accesso agli atti di Fratelli d’Italia per conoscere mete e trasferte) potrebbe essere anche più alto. Il dossier risulta infatti incompleto. Nella lista mancano una spedizione bresciana del 30 settembre e altri appuntamenti, come una conferenza del 2 dicembre a Firenze e un’iniziativa del 20 a Teggiano, in provincia di Caserta. Scrive Vitale su Repubblica Roma:

In compenso c’è tutto il resto. A partire dalla prima missione documentata: il 6 e il 7 ottobre a Capri per il workshop “Accelerare per crescere” promosso dalla Ernst & Young con tanto di soggiorno al Grand Hotel Quisisana e cocktail a bordo piscina riservato ai relatori, tutto a spese della società organizzatrice, con buona pace del conflitto d’interessi visto che da almeno un decennio EY controlla i bilanci del Campidoglio. Appena cinque giorni dopo, l’11 ottobre, Marzano è a Torino (320 euro), il 13 invece a Bari (334 euro), il 20 infine a Bologna. Ma è a novembre che l’infaticabile assessora batte ogni record: il 10 è a Milano per una tavola rotonda sull’innovazione nella Pa (112 euro); il 12 a Napoli per un convegno sulla toponomastica femminile (88 euro); il 14 a Venezia per parlare del futuro di Internet (141 euro); il 16 a Barcellona per il congresso sulle Smart City e l’indomani a Milano per “Eurocities 2016” (518 euro).
Non certo l’unica puntata oltralpe. Durante il ponte dell’Immacolata, tra il 7 e il 9 dicembre, Marzano vola a Parigi per “Urban Glass”. Trasferta che al Comune costa 1.300 euro: per due notti in albergo se ne vanno 400 euro, 726 in aerei, 201 in taxi, più 184 euro al giorno a titolo di rimborso della missione. Pagamento extra, oltre al suo stipendio, solo per il disturbo di doversi recare nella capitale francese. E non finisce qui. Perché a Santa Lucia, il 13 dicembre, la titolare di Roma Semplice è in fondo allo Stivale, a Reggio Calabria, per “Changing Pa” al modico costo di 250 euro.

(Immagine da Google Street View)