|

Sparatoria in Florida, 5 morti all’aeroporto di Fort Lauderdale

La sparatoria all’aeroporto di Fort Lauderdale in Florida ha causato 5 morti e 8 feriti. L’autore della strage è stato identificato dalle autorità: si tratta di Esteban Santiago, un soldato che ha combattuto durante la sua carriera militare anche in Iraq. L’Fbi non esclude che si tratti di terrorismo, anche se solo l’interrogatorio di Santiago chiarirà i motivi della sua azione omicida.

SPARATORIA IN FLORIDA, 5 MORTI E 8 FERITI

La sparatoria all’aeroporto di Fort Lauderdale in Florida è stata commessa da un ex soldato dell’esercito americano, Esteban Santiago. L’autore della carneficina ha volato con l’arma, dichiarata, con cui ha commesso gli omicidi: dopo aver ripreso la valigia al punto del ritiro bagagli, è entrato in bagno per poi uscire e aprire il fuoco, secondo le testimonianze. Santiago ha aperto il fuoco uccidendo 5 persone, ferendone altre 8, e causando scene di panico e una massiccia mobilitazione delle forte dell’ordine.

SPARATORIA IN FLORIDA, CHI È ESTEBAN SANTIAGO

Esteban Santiago è stato bloccato dopo aver sparato, ed è stato arrestato. Il killer dell’aeroporto di Fort Lauderdale è un ex soldato, che ha servito nell’esercito statunitense – nei corpi della Guardia nazionale di Porto Rico e Alaska – dal 2007 al 2016 secondo CNN. Nel 2016 è stato allontanato dalla Guardia nazionale dell’Alaska, e sembra che in passato sia stato segnalato per problemi mentali. L’Fbi non esclude comunque l’eventuale motivazione terroristica, anche se è stato citato anche un alterco coi passeggeri del suo volo come possibile causa della strage.