Dal no ai vaccini al microchip sottopelle: le peggiori bufale (e gaffe) scientifiche di Grillo e M5S

di Redazione | 05/01/2017

Dal finto sbarco sulla luna ai vaccini che uccidono. Dall’esistenza delle sirene al complotto contro il metodo Di Bella. Dai dubbi sulla reale portata dell’Aids alla magnitudo declassata per non pagare i danni del terremoto. Senza dimenticare i microchip da inserire nel corpo umano. Il Movimento 5 Stelle attraverso il suo leader Beppe Grillo pensa ad una ‘giuria popolare’ contro le ‘balle’ di stampa e tv, ma è stato proprio il partito (o non-partito) dell’ex comico genovese a trasformarsi spesso (attraverso le pagine web dei propri siti di riferimento o i profili social dei suoi rappresentanti) in veicolo di diffusione di bufale o notizie distorte.

BUFALE E GAFFE SCIENTIFICHE DI GRILLO E M5S, NO AI VACCINI

Nel 2010, ad esempio, Grillo tuonava così contro i vaccini: «Il vaccino è: prendi un bambino sano, di neanche un anno, col suo sistema immunitario perfetto. Gli inoculi un virusino, in modo che lo abitui un po’. Nel caso che arrivi un virus grosso, il virusino che son anni che gira gli fa un culo così. Se però il virus grosso non arriva, il virusino rimane lì in giro. Oltre al virusino c’è anche un po’ di mercurio: allora non abbiamo più difese immunitarie». Una spiegazione quantomeno approssimativa. E probabilmente anche pericolosa se si considera che tanti tra gli ascoltatori (lettori) non mettono in dubbio le informazioni inesatte ricevute ed evitano si verificare con più fonti. Quello scientifico è in effetti il campo in cui le bufale si diffondono con maggiore facilità.

 

LEGGI ANCHE > Virginia Raggi e la chat «quattro amici al bar» con Marra, Romeo e Frongia

 

BUFALE E GAFFE SCIENTIFICHE DI GRILLO E M5S, ATTACCHI A VERONESI

Grillo e gli altri pentastellati negli anni sono arrivati perfino a mettere in dubbio la reale portata dell’Aids o dell’utilità della diagnosi precoce per il cancro. «La diagnosi precoce non è prevenzione», è il messaggio fatto passare sui siti della galassia grillina gestita dalla Casaleggio Associati. Sul punto il capo politico è anche intervenuto in prima persona. Grillo ha pubblicamente accusato l’oncologo Umberto Veronesi (ribattezzato ‘Cancronesi’) di suggerire alle donne di sottoporsi alle mammografie con una frequenza di due anni perché sovvenzionato da un’azienda che produce gli strumenti per fare l’esame (che – è bene ricordarlo – risulta molto importante per la prevenzione del tumore al seno). Non è l’unica uscita inopportuna. Lo stesso Grillo ha anche parlato di 60 ragazzi morti per un pomodoro fatto accoppiare con un merluzzo. «Quante possibilità ci sono che un merluzzo si accoppi con un pomodoro?», ha chiesto il leader M5S durante uno spettacolo. «Eppure la biogenetica lo fa!», è stata la risposta.  «Aggiunge il Dna del merluzzo al pomodoro per creare dei pomodori sempre duri», ha spiegato Grillo. «Sono morti sessanta ragazzi di shock anafilattico perché erano allergici al pesce e hanno mangiato il pomodoro».

BUFALE E GAFFE SCIENTIFICHE DI GRILLO E M5S, COMPLOTTO CONTRO DI BELLA

Posizioni discutibili il Movimento 5 Stelle e i suoi esponenti le hanno poi espresse sul metodo Di Bella per la cura del cancro, bocciato da Ministero della Sanità e Consiglio Superiore di Sanità: Grillo ha definito il dottor Luigi Di Bella un «martire» e ha pubblicato post del figlio del medico che denunciano un presunto complotto.

 

bufale m5s
(Immagine: screenshot da Beppegrillo.it)

 

Qualcosa di simile è accaduto con il metodo Stamina per la cura delle malattie neurodegenerative (altro trattamento rivelatosi privo di validità scientifica). Sul blog di Grillo il metodo è stato usato prevalentemente per attaccare governo centrale o  amministrazioni locali, considerate non in grado dare risposte adeguate ai malati che volevano la cura. Sul sito è comparso anche un post firmato da due fratelli affetti da distrofia muscolare.

BUFALE E GAFFE SCIENTIFICHE DI GRILLO E M5S, NIENTE SBARCO SULLA LUNA

Il primato del complottismo in campo scientifico non spetta comunque al leader nazionale del Movimento, ma a singoli parlamentari. Il cittadino portavoce alla Camera Paolo Bernini nel 2013 ha spiegato che l’Obamacare negli Stati Uniti ha imposto anche l’obbligo di «inserire microchip nel corpo umano» allo scopo di tenere sotto controllo la popolazione. Negli stessi mesi la deputata Tatiana Basilio, si scagliava contro il Noaa, il National Oceanic and Atmospheric Administration, un’agenzia federale statunitense rea di voler offuscare una realtà tanto evidente: le sirene esistono.

 

bufale m5s
(Immagine dalla pagina Facebook di Tatiana Basilio)

 

L’eurodeputato Marco Zullo invece, nel 2014, ha chiesto lumi a Strasburgo sulle «scie chimiche», la teoria degli agenti chimici o biologici spruzzati nell’atmosfera dai militari americani in volo. Qualche mese prima il deputato Carlo Sibilia aveva affermato di non credere allo sbarco sulla luna. «Oggi – è il messaggio postato su Twitter dal parlamentare M5S il 20 luglio 2014 – si festeggia anniversario sbarco sulla luna. Dopo 43 anni ancora nessuno se la sente di dire che era una farsa…».

 

bufale m5s
(Immagine: screenshot da account Twitter di Carlo Sibilia)

 

Infine, ultimo in ordine cronologico ma certamente non ultimo per rilevanza, il complotto della magnitudo del terremoto. Secondo la senatrice M5S Enza Blundo la grandezza della forza del sisma che ha colpito il Centro Italia nel 2016 sarebbe stata ‘declassata’. Ovviamente dai governanti. La casta. Il potere. «Per non risarcire i danneggiati al 100 per cento».