Carrie Fisher, dopo la morte dell’attrice di Star Wars la Disney incasserà 50 milioni di dollari

di Redazione | 02/01/2017

Cinquanta milioni di dollari. È l’enorme cifra che incasserà la Disney dopo la morte dell’attrice americana Carrie Fisher, l’indimenticata principessa Leila di ‘Guerre Stellari’, scomparsa all’età di 60 anni il 23 dicembre a Los Angeles. La casa di produzione cinematrografica, proprietaria della Lucasfilms e dei prodotti a marchio ‘Star Wars’, come rivelato dal quotidiano britannico Daily Telegraph, aveva stipulato una polizza assicurativa sulla vita di Fisher. La Dinsey aveva deciso di cautelarsi in caso di decesso dell’attrice per le ripercussioni della morte sulla saga.

 

 

LEGGI ANCHE > Carrie Fisher è morta: addio alla principessa Leia di Star Wars

 

ALLA DSINEY 50 MLN DI DOLLARI DOPO LA MORTE DI CARRIE FISHER

Carrie Fisher è stata colpita da un attacco cardiaco mentre si trovava sul volo Londra-Los Angeles. È morta alcuni giorni dopo all’ospedale della città californiana. Iniziò a interpretare la principessa Leila di ‘Guerre Stellari’ quasi 40 anni fa ed attualmente partecipava alla realizziazione di ottavo e nono episodio. Per quanto riguarda l’ottavo episodio le scene con l’attrice erano state già girate. Per il nono invece dovevano ancora iniziare. Carrie Fisher dovrà dunque essere sostituita.

 

A versare la somma di 50 milioni di dollari alla Disney sarà la Lloyds, storica compagnia assicurativa britannica. Il premio andrà alla casa di produzione sia per sostituire l’attrice scomparsa che dare ossigeno alle proprie casse.