|

Kyriakos Amiridis, ambasciatore greco ucciso a Rio, l’amante della moglie ha confessato

Si è risolto il mistero di Kyriakos Amiridis, l’ambasciatore greco a Rio de Janeiro, del quale si erano perse le tracce dal giorno di Santo Stefano. All’interno di un’auto bruciata alla periferia nord di Rio è stato trovato il suo cadavere. Dopo il ritrovamenteo gli inquirenti hanno chiesto l’emissione di due mandati di arresto: uno per la brasiliana Francoise Amiridis, vedova del diplomatico, e l’altro per l’amante della donna, il poliziotto militare Sergio Gomes Moreira Filho. In base alle indagini preliminari, i due risultavano sospettati di partecipazione nell’omicidio. E l’ipotesi principale era quella di un delitto a sfondo passionale. Poche ore dopo, Sergio Gomes Moreira Filho ha confessato l’omicidio dell’ambasciatore. Il poliziotto ha spiegato di aver ucciso l’ambasciatore con la pistola dopo una lite violenta in casa. Dopo, ha spostato il corpo utilizzando l’auto noleggiata dalla vittima.

L’automobile all’interno della quale è stato trovato l’ambasciatore era stata affittata per le vacanze di Natale.

Kyriakos Amiridis scomparso

La moglie del diplomatico Kyriakos Amiridis aveva denunciato la sua sparizione mercoledì scorso, e nella giornata di giovedì la polizia brasiliana aveva trovato l’automobile bruciata e all’interno un cadavere lungo una strada di Nova Iguaçu, una  città che fa parte dell’area metropolitana di Rio de Janeiro.

Kyriakos Amiridis chi è l’ambasciatore greco

Kyriakos Amiridis è un diplomatico greco, che dal 2016 è l’ambasciatore della Repubblica ellenica in Brasile. Dal 2012 al 2016 aveva guidato la rappresentanza diplomatica della Grecia in Libia, e in precedenza era stato console generale della Grecia in Brasile. Il 21 dicembre Kyriakos Amiridis era partito per una vacanza con la sua famiglia da trascorrere nello stato di Rio de Janeiro, e il suo ritorno all’ambasciata di Brasilia, la capitale del Paese sudamericano, era atteso per il 9 gennaio 2016.

Kyriakos Amiridis, i primi sospetti sull’auto bruciata

La TV brasiliana O Globo è stato il primo organo di informazione a legare il ritrovamento di un’auto bruciata nella città di Nova Iguaçu alla scomparsa di Kyriakos Amiridis. All’interno dell’automobile c’era un cadavere, e i timori si sono rapidamente diffusi sul fatto che potesse trattarsi del corpo dell’ambasciatore greco. La conferma, arrivata venerdì mattina, che la macchina sia stata affittata da Kyriakos Amiridis per le sue vacanze di Natale ha rappresentato un ulteriore indizio sulla sua possibile scomparsa.