Attentato Berlino, in Italia mercatini di Natale a lutto: saracinesche giù e coccarde nere | FOTO

di Redazione | 20/12/2016

attentato berlino

Dopo l’attentato di ieri a Berlino che ha causato 12 morti e alcune decine di feriti in Italia alcuni mercatini di Natale hanno deciso di limitare la loro attività per lutto. È quanto accade ad esempio a Salerno e Avellino.

 

LEGGI ANCHE > Attentato di Berlino ai mercatini di Natale, la reazione della Germania

 

MERCATINI DI NATALE IN LUTTO, A SALERNO SARACINESCHE GIÚ PER 15 MINUTI

A Salerno i mercatini di Natale questa mattina abbasseranno le saracinesche per quindici minuti. L’atmosfera di festa e allegria lascerà dunque il posto al dolore e al ricordo delle vittime della strage. «Si tratta – ha commentato il sindaco Vincenzo Napoli – di una situazione inquietante. Il nostro pensiero va alle vittime di questa ennesima strage folle e delinquenziale. È il precipitato di una situazione confusa a livello globale. Noi abbiamo in corso un sommovimento generale che parte dalla Siria, attraversa il Medio Oriente e tracima per quanto riguarda gli aspetti più tragici anche nell’Occidente. In Germania è successa una tragedia molto simile a quella verificatasi a Nizza. Questo dà anche il tasso di imprevedibilità che contraddistingue questi atti terroristi».

 

 

MERCATINI DI NATALE IN LUTTO, AD AVELLINO COCCARDE NERE

Ad esprimere il loro dolore ad Avellino sono invece gli animatori, gli organizzatori ed i protagonisti del ‘Villaggio del Gusto’, promosso nell’ambito della manifestazione ‘Avellino Expost’. Tutte le casette di Natale questa mattina, in segno di rispetto e di lutto, hanno appeso delle coccarde nere. Un modo per dire ‘No’ in maniera forte e chiara alla follia stragista. I commercianti hanno anche invitato i cittadini di Avellino a deporre un fiore o un nastrino nero al pino che si trova davanti alla villa comunale, su corso Vittorio Emanuele II.

(Foto: Francesca Fasolino / Ufficio stampa)