Autobombe stadio Besiktas: a Istanbul due esplosioni, almeno 38 morti – VIDEO

di Boris Sollazzo | 11/12/2016

Istanbul Autobombe esplosioni morti video

AUTOBOMBE STADIO BESIKTAS ISTANBUL –

Nonostante il silenzio stampa imposto dal governo turco, ormai è certo: Istanbul ripiomba nel terrore. Due autobombe, due esplosioni, almeno 15 morti. Vicino Piazza Taksim, a due passi dallo stadio del Besiktas, dove neanche un mese fa ha giocato il Napoli, nel tardo pomeriggio si sono udite due esplosioni, nitidamente, come, da lontano, era evidente il fumo.

Isis o Pkk, ecco le prime ipotesi. Due ore dopo Besiktas-Bursapor (che ha confermato che tra le vittime non ci sarebbero tifosi della squadra di Bursa) un attentato terroristico con due ordigni nascosti in due veicoli avrebbe spento almeno 15 vite (e circa 40 sarebbero i feriti), a quanto sembra tutte le vittime sarebbero poliziotti, ancora schierati per il servizio d’ordine schierato per il match della serie A turca. Nessuna notizia arriva da fonti ufficiali, ma testimoni diretti parlano di camionette della polizia in fiamme e squarciate. Ed è sconvolgente un video di uno studio televisivo nella Vodafone Arena di Istanbul: il terrore si scatena quando l’onda d’urto e il rumore dell’esplosione interrompono la diretta, seminando il panico tra ospiti e conduttori, che si danno alla fuga.

AUTOBOMBE STADIO BESIKTAS ISTANBUL VIDEO

Dopo il colpo di stato (almeno 265 morti e migliaia di arresti), l’attentato all’aeroporto (41 morti) e quello in centro (11 morti), questo 2016 si conferma un inferno per la Turchia di Erdogan, in preda a un clima di terrore interno, causato da un presidente che ha reagito pesantemente al golpe, e da attacchi esterni sanguinosissimi. Qui sotto due video sconvolgenti sull’attentato di oggi.

E qui, in un parco di Istanbul, due ragazzi suonano e cantano, in un tranquillo sabato sera. Un amico li riprende. Dietro di loro, l’inferno.