I 5 stelle salvano i bancarellari di Roma (inclusi i Tredicine) | VIDEO

di Stefania Carboni | 03/11/2016

bolkestein

Arriva compatto in Campidoglio il sì alla mozione presentata dal consigliere grillino Andrea Coia in cui si chiede di escludere gli ambulanti e le microimprese del commercio dalla cosiddetta “Bolkestein”, la direttiva europea che prevede che le licenze del commercio su suolo pubblico siano affidate tramite gara.

LEGGI ANCHE: I Tredicine rischiano di spaccare i 5 stelle in Campidoglio

COME I 5 STELLE SI OPPONGONO ALLA BOLKESTEIN: PROROGANDO LE CONCESSIONI

Un lungo applauso ha accompagnato l’esito della votazione in aula. A gioire i tanti rappresentanti delle categorie del commercio su suolo pubblico. Cosa prevede la mozione?

“Attivarsi presso il Governo al fine di ottenere la proroga delle concessioni dei posteggi su aree pubbliche fino all’anno 2020. Intervenire presso l’Unione europea per far escludere dalla direttiva Bolkestein gli operatori ambulanti e le microimprese operanti nel settore del commercio su aree pubbliche, escludere le suddette categorie dal decreto legislativo 59/2010 e modificare gli articoli 7 e 70 dello stesso per prevedere che l’attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche sia riservata esclusivamente alle piccole imprese e alle società di persone”

«Ci troviamo a gestire una problematica – ha detto il presidente della commissione capitolina al Commercio Andrea Coia – che non è propria del consiglio, ma che coinvolge almeno 12.000 operatori, in attesa che qualcuno gli dia una risposta. La Bolkestein non è una direttiva ‘cattiva’, il problema non è la Bolkestein, che mira a creare libera concorrenza. Il problema è che solo in Italia, con la legge 59, è applicata al commercio su area pubblica. Noi rimaniamo perplessi, nel senso che la libera concorrenza o è per tutti o per nessuno. Come mai lo sfruttamento dei giacimenti di petrolio non è sottoposto alla Bolkestein, e il commercio su area pubblica sì?».

guarda la gallery:

Quando in Aula il capogruppo della lista Marchini, Alessandro Onorato, ha espresso le sue contrarietà sono volati insulti. Alcuni rappresentanti hanno insultato il consigliere al grido di “buffone” e hanno mostrato un cartello con la scritta “Non siamo tutti Tredicine“.

guarda il video: 

Alemanno si complimenta con i 5 stelle: «Nonostante la testarda opposizione del Pd e una campagna stampa demonizzante, la maggioranza dei consiglieri comunali, unendo i voti del M5S a quelli del centrodestra, ha scelto di difendere gli ambulanti romani».

(copertina ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)