Perchè arrossiamo in volto

di Redazione | 27/10/2016

Arrossire

Arrossire è spesso fonte di imbarazzo. Quando il volto di una persona diventa rosso per una reazione emotiva si possono genere sentimenti di disagio emotivo, tanto che molti tendono a nascondere la faccia. Una psicoterapeuta tedesca Doris Wolf ha spiegato i motivi per cui arrossiamo in un libro che rimarca sin dal titolo come non si debba averne paura.

I MOTIVI DELL’ARROSSIRE DEL VOLTO

Secondo Doris Wolf le cause dell’arrossamento sono diverse. Spesso arrossire fa rima con una sensazione di imbarazzo. I motivi di questa reazione traumi vissuti nell’infanzia, in situazioni in cui si è stati derisi o dileggiati. L’arrossamento può dipendere anche da una reazione della pelle allo stress. Arrossire è un segnale di un’emozione percepita in modo piuttosto forte, un’eccitazione che può essere sia positiva che negativa.

 

LEGGI ANCHE

Luciano Rispoli è morto

ARROSSIRE, I RIMEDI

I sentimenti relativi alla vergogna sono tra i peggiori che possano esser percepiti dagli uomini. Lo psicoterapeuta Herbert Mück spiega a Bild Zeitung come una simile reazione non si possa contrastare. Provare a combattere un’emozione suscitata dalla vergogna peggiora semplicemente la situazione. Più ci si concentra su questo sentimento, maggiore sarà l’imbarazzo. Per questo motivo la cosa migliore da fare è lasciarsi andare a qualche battuta, che stemperi la tensione e faccia calare la concentrazione altrui sul nostro volto arrossato.