terremoto
|

Terremoto Centro Italia. Epicentro a Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Ancora scosse e crolli: 200 repliche

TERREMOTO 26 OTTOBRE | EPICENTRO Castelsantangelo sul Nera | Crolli a Camerino

19.30 – Scossa fortissima a Norcia seguita da una replica minore. Il Centro operativo comunale ha tremato durante la riunione tra sindaci e ptesidente della Regione Umbria. Fuggi fuggi generale e gente che piangeva all’esterno in preda al terrore.

18.35 – Non verranno allestite tendopoli nelle comunità colpite. Chiunque desidera già da stasera potrà non dormire in macchina. Sono disponibili hotel nelle zone limitrofe per i tanti sfollati. L’obiettivo è far partire al più presto la realizzazione di un villaggio in legno – in attesa della reale ricostruzione – per edifici pubblici, case e locali commerciali. In questi istanti sta partendo il primo pullman di sfollati da Visso che ha trovato alloggio a Civitanova Marche.

18.33 – Le scuole della città di Rieti resteranno chiuse fino al prossimo lunedi’. Lo rende noto un’ordinanza firmata dal sindaco Simone Petrangeli. A Fabriano chiuse fino al 31 ottobre.

18.00 – “Da qui, dalle macerie di Camerino e da tutti i comuni coinvolti, nel rispetto dei ruoli, chiediamo al Parlamento di fare il più velocemente possibile nell’approvazione del decreto legge che abbiamo predisposto per il terremoto, perché ci sono risorse, ci sono poteri, ci sono strutture per poterci mettere a lavorare. Ovviamente allargheremo il contenuto del decreto alla nuova drammatica vicenda di ieri”. Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi, nel corso della visita alle comunità colpite dal sisma di ieri.

11.45 – Sarebbero migliaia gli sfollati.

11.13 – Il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio ha detto che “non sono esclusi trasferimenti sulla costa”

10.45 – L’ultima scossa aveva nuovamente come epicentro Castelsantangelo sul Nera.

10.30: Nuova scossa di terremoto – La Terra trema ancora. Avvertita una nuova scossa avvertita nitidamente anche a Roma.Era una scossa di un’intensità di 4.4. Epicentro tra Marche e umbria.

10.00Vittima ‘indiretta’ è un 73enne. La vittima ‘indiretta’ del terremoto di ieri, l’uomo morto per un infarto a Tolentino (in provincia di macerata), è un 73enne. È deceduto probabilmente per lo choc provocato dalle scosse. Stando a quanto riferito dal comandante provinciale dei carabinieri di Macerata, Stefano Di Iulio, non si sarebbero al momento vittime per conseguenza di crolli.

09.50Ancora scosse e crolli. Alle 9.12 è avvenuto un terremoto di magnitudo 3.4 a Castel Sant’Angelo sul Nera (Macerata). L’evento sismico ha provocato crolli. La scossa, replica del terremoto di ieri tra le province di Perugia e Macerata, è stata registrata dalla rete sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

09.45Confermato legame con terremoto del 24 agosto. Le analisi condotte dai sismologi dell’Ingv nel corso della notte hanno confermato il valore di 5.9 per la magnitudo del terremoto delle 21.18 di ieri (più forte della prima scossa delle 19.10). È stato confermato anche il movimento di tipo estensionale, tipico dei terremoti dell’Appennino, caratterizzato dallo ‘stiramento’ dell’Appennino da Est a Ovest. Confermato, inoltre, anche il legame con il terremoto del 24 agosto nel Reatino. «La sismicità – ha osservato Alessandro Amato, sismologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) – riguarda la zona a Nord di Norcia, che corrisponde alla propaggine settentrionale dell’area che si è attivata in agosto».

09.40Almeno 200 repliche del terremoto. Sono state almeno 200 le repliche del terremoto avvenuto alle 19.10 di ieri nella zona fra Perugia e Norcia. «Soltanto quelle registrate a partire dalla 2.00 del mattino sono state 105 e complessivamente sono state più di 30 le scosse di magnitudo pari o superiore a 3.0», ha detto all’Ansa il sismologo Alessandro Amato, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Le repliche di magnitudo superiore a 4.0 sono sono state tre, tutte nella zona di Macerata.

08.22Amatrice, crollo del palazzo del Comune. Le scosse di ieri hanno provocato ingenti danni anche al centro di Amatrice (Rieti), comune già pesantemente colpito dal terremoto del 24 agosto scorso. Gli ultimi eventi sismici avrebbero provocato il crollo del palazzo del comune e di un palazzo in cemento armato di quattro piani in piena zona rossa.

08.20Alfano: «In campo 980 vigili del fuoco e 450 mezzi». «Sono 980 i vigili del fuoco al lavoro nelle zone colpite dal sisma, con 450 mezzi e 4 elicotteri che da un’ora sono in volo per una ricognizione dei danni». Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno Angelino Alfano nel corso del programma Le voci del mattino, in onda su Radio 1 Rai. «Ci sono stati – ha spiegato – danni nelle province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, crolli a Visso con un ferito grave, ad Acquasanta ci sono cinque persone isolate. Il sistema dei soccorsi ha funzionato anche questa volta in modo efficientissimo consentendo di portare unità sul posto».

08.15Foto. Ecco alcune immagini dei danni delle scosse di terremoto dall’archivio Ansa:

 

 

07.56Protezione Civile Marche: «Migliaia di sfollati». Come riferito all’agenzia di stampa Adnkronos dal direttore della Protezione Civile delle Marche, Cesare Spuri, sono «molte centinaia» probabilmente «migliaia» gli sfollati dopo le nuove forti scosse di terremoto di ieri. Dopo i sopralluoghi con il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e il commissario per la ricostruzione Vasco Errani, che sono in viaggio verso le zone devastate dal sisma, «capiremo le soluzioni migliori» per l’assistenza alla popolazione, aggiunge Spuri.

07.55A Visso «due terzi delle case inagibili». «Due terzi del patrimonio immobiliare è inagibile». È questa una delle prime stime del Giuliano Pazzaglini, sindaco di Visso (Macerata), uno dei comuni più colpiti dalle scosse di terremoto. Il centro risulta transennato e presidiato da diverse auto di servizio delle forze dell’ordine per evitare che qualche sciacallo possa entrare nelle abitazioni abbandonate di corsa dai cittadini. Per raggiungere Visso l’unica strada possibile è quella da Camerino (Macerata). Risulta ancora bloccata, la statale Valnerina, sia in direzione Roma che in direzione Norcia, a causa dei massi caduti dalla montagna.

07.45Strade bloccate. Tanti i problemi alla viabilità, per il blocco delle strade. Risulta chiusa ad esempio la SS4 Salaria all’altezza di Pescara del Tronto (Ascoli Piceno), mentre la SP209 è chiusa da Visso in direzione Terni e da Visso (Macerata) a Muccia (Macerata). Chiusa anche la SP134 tra Visso e Castel Sant’Angelo sul Nera (Macerata) per caduta massi e tra Villa Sant’Antonio e Muccia per edifici pericolanti e caduta massi. La SP 135 risulta chiusa tra Visso e Ussita (Macerata) sempre per problemi di caduta massi.

07.35Evacuati ospedali e punti di primo intervento. Per precauzione nella notte è stato evacuato l’ospedale di Norcia, in provincia di Perugia, mentre già ieri 30 pazienti dall’ospedale di Cingoli, in provincia di Macerata, sono stati trasferiti. A Matelica, sempre nel Maceratese, è stato evacuato il punto di primo intervento ed è in corso l’allontanamento di 17 pazienti. A Tolentino, Macerata, 5 pazienti sono stati trasferiti in un’altra ala della stessa struttura. Evacuato anche il carcere di Camerino, i detenuti sono stati trasferiti a Roma, presso il carcere di Rebibbia.

07.30Scosse di diversa intensità. Dopo la prima forte scossa di magnitudo 5.4, registrata alle 19.10 di ieri, che ha avuto come epicentro l’area tra Macerata e Perugia, nella notte la terra ha continuato a tremare. Fino alle 23 si sono registrate circa una sessantina di nuove scosse di diversa intensità. Particolarmanete forti quella delle 21.18, di magnitudo 5.9, e quella delle 23.42, scossa di magnitudo 4.6. Nuovi eventi si sono poi registrati nelle prime ore di oggi, sotto una pioggia battente, uno di magnitudo 4.6 alle 5.20 e un altro ancora alle 5.50, di magnitudo 4.4.

07.25Nessuna vittima, feriti lievi. Fortunatamente le forti scosse di terremoto avvertite lungo la dorsale appenninica, da Bolzano a Napoli, non hanno causato nessuna vittima, se si esclude un uomo morto per infarto a Tolentino, qualche ferito lieve e centinaia di sfollati. Ci sono stati invece danni ingenti e crolli nei centri storici dei comuni più colpiti. Le scosse sono state provocate dall’apertura di una nuova faglia nel Centro Italia dopo quella che ha provocato il terremoto dello scorso 24 agosto.

00.04 – Nuova forte scossa di terremoto di magnitudo provvisoria 4.6 ha colpito alle 23.42 locali vicino a Castasantaneglo sul Nera, nei Monti Sibillini, dove si era verificata la prima scossa alle 19.10 di magnitudo 5.4. La seconda alle 21.18 è stata la più forte di magnitudo 5.9 con epicentro Ussita. Lo riferisce l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

23.35 – “Venite ad aiutarci, la montagna si muove. C’è il rischio che ci crolli addosso”. E il drammatico appello del vice sindaco di Acquasanta Terme Gigi Capriotti, bloccato al buio, sotto la pioggia, da una frana che gli impedisce di raggiungere il paese. Capriotti è con il suo funzionario della Protezione Civile del Comune e all’ANSA spiega: “passeremo la notte qui perché non possono venire ad aiutarci, speriamo di salvarci, sentiamo massi e crolli nel buio. Non sappiamo dove fuggire”.

23.17 -Voglio ringraziare chi sta lavorando sotto l’acqua nelle aree del #terremoto. Tutta l’Italia abbraccia forte le popolazioni colpite ancora. Questo il tweet del presidente del Consiglio.

23.16 -I 750 studenti che solitamente dormono nei collegi universitari di Camerino questa notte resterannno fuori. Lo si apprende dagli stessi responsabili dei collegi universitari. Non si registrano feriti. La Protezione Civile sta organizzando un punto di raccolta presso gli impianti sportivi.

23.00 – A Camerino sono segnalati diversi crolli dove è crollata parte di una chiesa già resa inagibile.

22.49 -“Grazie a Dio siamo riusciti a portare in salvo le due anziane che erano rimaste intrappolate nella loro abitazione, la cui facciata e’ crollata con le scosse di Terremoto”. Lo dice all’ANSA il sindaco di Ussita Marco Rinaldi. “Sono state portate via in ambulanza, ma dovrebbero essere in condizioni discrete”. A quanto risulta al sindaco non ci sarebbero feriti in paes 22.48 – Preoccupante nelle Marche la situazione nella città di Camerino, dove una palazzina del centro storico è crollata e anche la sede dell’antica università è rimasta gravemente danneggiata. Al lavoro decine di vigili del fuoco e uomini della protezione civile. Gia’ attiva, come il 24 agosto, la macchina del volontariato, con organizzazioni che si stanno muovendo verso Ussita, Visso, Castelsantangelo sul Nera, sul versante nord dei Monti Sibillini, per prestare assistenza e soccorso alle popolazioni. Il maltempo complica di molto le operazioni. 22.19 – Dopo le forti scosse che hanno interessato il maceratese con forti crolli tra Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita (dove sono crollate alcune case), e Preci Facebook ha attivato il Safety Check. 21.58 – Dai dati forniti dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia il TERREMOTO registrato tra le province di Macerata e Perugia alle 21.18 è di magnitudo 5.9. Le località prossime all’epicentro sono nuovamente Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci. Lo riferisce una nota della Protezione Civile aggiungendo che “continuano le verifiche da parte della Di.coma.c e dei centri territoriali per verificare danni a persone o cose”. 21.52 “Le mura sono crollate e ho visto una nuvola di polvere”. Lo afferma a Rainews24 il sindaco di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci, confermando che la nuova scossa delle 21,18 “è stata molto forte”. Anche il vicesindaco di Arquata del Tronto, Michele Franchi, afferma che “la seconda scossa di stasera è stata più forte della prima”. 21.33 Una nuova forte scossa di terremoto ha colpito le Marche, nella zona di Macerata, alle ore 21:18: secondo la rilevazione dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia la magnitudo è stata di magnitudo 5.9. Lo scrive su Twitter l’Ingv. Dai dati forniti dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia la magnitudo 5.8 è stata registrata tra le province di Macerata e Perugia. Lo riferisce la Protezione civile. 21.21Si è avvertita una forte scossa a Visso. Il sindaco del paese stav in diretta su Sky. Avvertita anche a Roma 21.17Il sindaco di Rieti Simone Petrangeli ha emesso, per motivi precauzionali, un’ordinanza che prevede la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nella giornata di domani giovedì 27 ottobre. 21.12 Scuole chiuse precauzionalmente domani anche a Perugia. Lo ha deciso il sindaco Andrea Romizi. “Non abbiamo segnalazioni di crolli o danni – dice Romizi ad Adnkronos – ma vogliamo controllare tutto con calma e precisione per questo domani le scuole resteranno chiuse”. 21.04 Sconvolgente la foto di San Salvatore a Campi di Norcia inviata da un lettore a Skytg24. terremoto 21.01 “A Castelsantangelo sul Nera è in corso un forte temporale e grandina. Le persone sono tutte in auto nel piazzale. Non si registrano morti e feriti, anche se un anziano manca all’appello, ma non abbiamo notizie piu’ precise. Non abbiamo notizie da Frontignano e Ussita. A Visso si registrano danni”. Lo afferma il vicesindaco di Castelsantangelo sul Nera, Ovidio Valentini. “La scossa e’ stata forte come la prima di agosto – afferma Valentini – e le case inagibili di Castelsantangelo sul Nera erano gia’ 500. Stasera sono sicuramente caduti altri cornicioni e tegole”. 20.54Dalla Protezione civile si parla di due feriti a Visso. Informa il capo Protezione civile Fabrizio Curcio a SkyTg24 20.47Una persona è rimasta ferita a Visso in seguito al crollo di un controsoffitto provocato dal Terremoto. 20.24 “Non abbiamo notizie di feriti o vittime, almeno fino a questo momento”. Lo dice il capo della Protezione civile regionale delle Marche Cesare Spuri, dopo le prime verifiche seguite alla scossa di Terremoto di magnitudo 5.4 che ha colpito il Maceratese. “La situazione più critica è a Castelsantangelo sul Nera, dove manca la corrente elettrica. Abbiamo inviato sul posto torri faro e uomini”. Alcuni crolli, conferma Spuri, sono segnalati a Visso. Aperti i Centri operativi comunali e la Soi provinciale. 20.21“Siamo in contatto con il territorio, i paesi sono al buio. Ci hanno hanno segnalato qualche crollo, al momento non ci risultano feriti ma è un dato parziale”. Lo racconta al Tg1 Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile. 20.20Ecco qui un decalogo utile fornito da Croce Rossa in caso di terremoto

20.11“Al momento non sappiamo se ci sono state vittime, speriamo di no. E neppure se ci sono stati danni e di che entita’, io stesso sono scappato da casa all’improvviso”. Lo dice raggiunto telefonicamente il vicesindaco di Visso, Gian Luigi Spiganti Maurizi, uno dei paesi epicentro della scossa di Terremoto. “Qui sta piovendo a dirotto – prosegue il vicesindaco – abbiamo problemi con i telefonini, che ricevono ma dai quali non riusciamo a fare chiamate, siamo isolati” 20.05 “Ci sono crolli, non abbiamo notizie di vittime ma siamo al buio e sotto un diluvio, aspettiamo che la Protezione civile ci pori delle torri faro”. Il sindaco di Castelsantangelo sul Nera (Macerata) Mauro Falcucci sta cercando di coordinare i soccorsi dopo la scossa di magnitudo 5.4, in una situazione molto difficile. Castelsantangelo sul Nera era gia’ stata colpita dal Terremoto del 24 agosto scorso. 20.03 “La forte scossa di Terremoto percepita nell’Italia centrale poco fa rientra, purtroppo, in una dinamica possibile quando si verificano fenomeni come quello che ha avuto il suo momento di piu’ tragico impatto lo scorso 24 agosto. Siamo ancora a pochi minuti dai fatti e quindi restano da definire con notizie più precise l’epicentro e la profondita’ dell’ipocentro. Un’ipotesi, se verranno confermate le prime informazioni, è che si tratti dell’attivazione di una nuova faglia, probabilmente legata verso Nord a quella che ha generato la scossa dello scorso agosto”. Lo dichiara Paolo Messina, direttore dell’Igag-Cnr (Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche), in merito alla nuova scossa. 20.01Qui il video di una redazione romana. Lo posta Pablo Rojas da Agorà, Rai.

19.58La protezione civile delle Marche informa che verrà chiusa la Salaria all’altezza di Arquata del Tronto. Ecco il video da Norcia, Madonna delle Grazie.

19.53A Visso girano le immagini di alcuni crolli nella chiesetta. Visso si trova a pochi chilometri dall’epicentro. Si sta verificando la linea elettrica e telefonica in alcune zone del maceratese. Sono in corso accertamenti. terremoto marche 19.51 “Ad Ascoli gente in strada, molta paura, stiamo cercando di capire se ci sono stati danni nuovi anche se è normale presagire che ci potrebbe essere stato un aggravamento delle lesioni preesistenti”. Lo ha affermato all’Adnkronos il sindaco di Ascoli Guido Castelli 19.45 Vengono segnalati dei crolli nel maceratese. 19.43 Matteo Renzi ha cancellato la sua partecipazione a Matrix 19.38 A Sky Tg 24 interviene il sindaco di Castelsantangelo sul Nera: «Siamo senza luce e senza corrente» L’Epicentro della scossa è a Castelsantangelo sul Nera sui Monti Sibillini. Lo riferisce l‘Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia secondo il quale la scossa e’ stata avvertita molto forte anche a grande distanza perche’ l’ipocentro (il punto in cui si verifica materialmente la frattura nella crosta terrestre) e’ stato molto basso: solo 9 km 19.29 Secondo le prime ricostruzioni l’epicentro dovrebbe essere stato tra Perugia e Terni. Magnitudo 5.6 19.27 Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi – in contatto con la protezione civile – sta tornando a Roma Ecco le immagini

19.25 Scossa avvertita nitidamente anche tra Terni e Perugia. Magnitudo di 5,4. Solo 10 i km di profondità della scossa di terremoto

19.23 Terremoto avvertito anche a L’Aquila, dove non si sarebbero registrati danni, fortunatamente.

19.20 Arrivano notizie all’impazzata. La scossa è stata registrata in tutta l’Italia centrale. E’ stata avvertita alle 19.11. Avvertita a Rieti ed Arezzo

Terremoto molto forte avvertito nitidamente a Roma e in tutto il centro Italia. Lunghissima, interminabile. Una scossa di terremoto che ha ricordato molto quella dello scorso agosto

(Foto di copertina: ANSA / ROBERTO ALIMONTI)