Tra i 5 stelle a Roma si litiga già: la consigliera Luisa Petruzzi disconosce la sua capogruppo

di Redazione | 15/07/2016

luisa petruzzi

A Roma, nel XV Municipio, l’architetta Luisa Petruzzi, eletta consigliera nelle file del M5S, scrive alla presidente del Consiglio Cristina Cruciani, al presidente Stefano Simonelli e al direttore generale. Non riconosce la collega 5 stelle Tiziana Mancini «come sua capogruppo».

“Dichiaro di appartenere al gruppo politico del M5s in cui sono stata eletta ma non riconosco Tiziana Mancini come mio capogruppo”

La minisindaca 5 stelle Lozzi: «Qui prima venivano nominate donnine per sollazzare il politico di turno» | VIDEO

Petruzzi, terza delle elette con 294 preferenze, si sarebbe vista scavalcare da Mancini, terza classificata. Mancini, che ha ricevuto appena 18 voti in più, è stata nominata presidente del consiglio municipale. La diatriba è apparsa, con tanto di lettera, sulla edizione locale del Corriere della Sera. Roma Today racconta nel dettaglio il litigio durante la seduta.

“Non riconosco Tiziana Mancini come mio capogruppo perché non ne condivido alcune caratteristiche caratteriali. Dunque non gode della mia personale fiducia” – ha detto la neoconsigliera Petruzzi a RomaToday mettendo a tacere le voci di correnti contrastanti all’interno del M5s del Quindicesimo. “La mia è una scelta strettamente personale e legittima in quanto persona pensante: sono nel Movimento da tanto tempo e – ha aggiunto – ne condivido fermamente valori e idee”.