fiat nola
|

«Alla Fiat di Nola gli operai lavorano senza aria condizionata»

Un malfunzionamento e non conformità degli impianti di climatizzazione del reparto logistico Fca di Nola (Napoli), sono stati segnalati dallo Slai Cobas in una lettera-diffida indirizzata ai vertici aziendali, nella quale si preannuncia, in caso di mancato ripristino degli impianti, una denuncia alle autorità competenti.

Fiat miglior gruppo europeo per vendite di auto nel 2015

FIAT NOLA: LA DENUNCIA DELLA SLAI COBAS E LA VERSIONE DAL REPARTO LOGISTICO

Secondo quanto dichiarato da Vittorio Granillo, coordinatore provinciale del sindacato di base, gli impianti di climatizzazione sarebbero guasti da alcune settimane, creando «serie difficoltà all’insieme dei lavoratori con la sola eccezione del personale addetto agli uffici, dotati di specifici impianti autonomi». Per Granillo i malfunzionamenti sarebbero dovuti «alla mancanza dei necessari ed idonei investimenti economici e tecnologici da parte dell’azienda, funzionali alla pretesa missione produttiva logistica del reparto di Nola». Eppure dalla Fim, invece, si sottolinea che «l’impianto di areazione del reparto Fca di Nola è tra i più avanzati in uso oggi nei reparti di produzione». «A causa di temporanee anomalie – ha spiegato Andrea Allocca, rsa Fim nel reparto nolano di Fca – il suddetto impianto sta funzionando parzialmente. Per questo motivo, come Fim, avevamo già provveduto a porre la questione alla Direzione aziendale, la quale già si era impegnata ad intervenire entro venerdì per mettere in sicurezza la parte delle aree in cui si riscontrano condizioni climatiche non ottimali».

(foto copertina Bill Pugliano/Getty Images)

TAG: Fca, Fiat, Nola