|

Europei 2016, la Tv si è fatta Ultra HD

Per Euro 2016 è scesa in campo anche la squadra tecnologica del broadcast: campo di gioco principale è stato il teleporto Parigi-Rambouillet di Eutelsat, nei pressi della capitale francese, dove un team tecnologico d’eccellenza, composto da DBW Communication, Nagra, Rai, tivùsat e V-Nova, ha assicurato la corretta trasmissione delle partite della fase finale degli Europei di calcio in Ultra HD su Rai 4K.

“Pronti a giocare in Ultra HD”, girato in 4K a Rambouillet durante la produzione degli incontri in Ultra HD, anticipa la versione integrale di un making of che verrà presentato in Ultra HD. Come una sorta di tutorial, ripercorre l’intera catena di trasmissione: dalla produzione del segnale TV UHD sui campi di calcio, fino alla ricezione via satellite nelle case dei telespettatori italiani.

Il successo delle dirette via satellite in Ultra HD realizzate assieme alla Rai durante la fase conclusiva di Euro 2016 è indiscutibile. All’indomani della finale, trasmessa nell’innovativo standard su Rai 4K, alla numerazione 210 della piattaforma satellitare gratuita tivùsat, si rafforza la portata rivoluzionaria dell’iniziativa. Iniziativa che per la prima volta ha permesso la veicolazione di un’offerta televisiva in altissima definizione in occasione di sette partite del Campionato Europeo. “Euro 2016 – sottolinea Renato Farina, Amministratore Delegato di Eutelsat Italia – ci ha permesso di ribadire che c’è un fortissimo legame tra i satelliti Eutelsat e le emozioni. Portare immagini di straordinaria qualità nelle case degli italiani ha significato proprio questo: toccare le passioni degli spettatori offrendo un’esperienza di visione senza precedenti grazie alla potenza delle nostre strutture”. Fondamentale, infatti, il ruolo del teleporto Parigi-Rambouillet di Eutelsat che ha costituito il cuore delle operazioni tecniche di trasmissione dei segnali nel quadro di un ambizioso progetto industriale proteso verso il futuro.