superstiti incidente treni Puglia
|

Il racconto dei superstiti: «Ho salvato mio marito tra le lamiere» | VIDEO

C’è chi ha parlato di una “tragedia immane“, chi è riuscito a salvarsi e aiutare i propri parenti tra le lamiere. In attesa di comprendere le cause del tragico incidente frontale tra due treni in Puglia sulla linea Barinord, tra Andria e Corato, costato la vita ad almeno 20 persone, sono i primi racconti dei superstiti a ricostruire quanto accaduto. «Sono andata scalza sotto le macerie, ho scavato e sono riuscita a salvare mio marito sotto le lamiere. Ho visto le persone a pezzi», è la testimonianza, drammatica, di una sopravvissuta ai microfoni dell’emittente locale, Telesveva. «Abbiamo visto un macello per terra e poi non abbiamo sentito più nulla», ha aggiunto il marito.


Videocredit: Telesveva.

«HO SALVATO MIO MARITO DALLE LAMIERE»

Alcune carrozze dei due convogli si sono letteralmente sbriciolate nell’impatto. Sparse per la campagna, ai lati dei due binari, pezzi di lamiera ovunque. Complicato il lavoro dei soccorritori per estrarre i corpi delle vittime dalle ferraglie. I vigili del fuoco sono riusciti a salvare un bambino, poi portato via in elicottero per un primo soccorso. Altri, invece, non ce l’hanno fatta, come uno dei feriti trasportato in ospedale a Barletta.

«Stavo ascoltando della musica, all’improvviso mi sono trovato a terra. A terra c’era anche il controllare. Bruttissimo, sono riuscito a liberarmi dopo 5 minuti. Quando mi sono alzato ho visto l’inferno», è il racconto di un altro superstite a TeleSveva. Tra le vittime dell’incidente ci sarebbe anche un funzionario di polizia, secondo quanto riferito dai soccorritori. Tra le vittime, come riporta l’Ansa, anche uno dei due macchinisti. Non si hanno al momento notizie della sorte del collega che era sull’altro convoglio.