gatto Larry
|

I Cameron lasciano Downing Street, ma il gatto Larry resta a casa

Niente sfratto per il gatto Larry, residente al numero 10 di Downing Street, malgrado i Cameron, la famiglia con cui vive dal 2011, siano pronti a lasciare l’abitazione per far posto a Theresa May e consorte.

GATTO LARRY, SCELTO PER L’ISTINTO PREDATORIO

La precisazione, che è stata ripresa dal Guardian, arriva direttamente dallo staff del governo. Il gatto Larry, incaricato di dar la caccia ai topi nella residenza del primo ministro britannico, non è un animale privato di David e Samantha Cameron e dei loro figli, ma è «un impiegato dello Stato», come ha tenuto a puntualizzare un portavoce. Il picolo felino fu prelevato 5 anni fa nella casa per cani e gatti di Battersea, a Londra, Larry fu scelto per il ruolo grazie al suo «forte istinto predatorio».

 

 

La nomina del gatto Larry riprese una tradizione interrottasi nel 1997 con il gatto Humphrey, l’ultimo cacciatore ufficiale di topi vissuto a Downing Street. In seguito il compito era stato affidato a Sybil, gatto privato del cancelliere dello Scacchiere pro tempore Alistair Darling. Ma Sybil non si era ambientato e nel 2007 era stato rispedito in Scozia, lasciando l’incarico vacante: fino, appunto, all’avvento di Larry.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Foto: Tolga Akmen / LNP)