Autovelox tangenziale Roma
|

Roma, 50 km/h in tangenziale: in arrivo gli autovelox

A Roma è tempo di svolta per gli automobilisti. Uno dei primi provvedimenti del nuovo sindaco Virginia Raggi infatti  punta ad introdurre autovelix fissi in tangenziale con un limite di velocità piuttosto basso: 50 km/h. Ne parlano oggi Lorenzo De Cicco e Giuseppe Gioffreda sul Messaggero, ricordando come l’iniziativa non sia del tutto nuova:

Idea non nuova, ma mai attuata. Perché nel corso degli anni, di soluzioni per limitare l’andirivieni caotico di vetture e motorini, ne sono circolate parecchie. Nel 2012 il Dipartimento Mobilità varò una determina che fissava, per la prima volta, il limite di velocità a 50 km/h per l’intera giornata, nel tratto tra via della Batteria Nomentana e Via delle Valli. Un provvedimento che però è praticamente rimasto lettera morta. Nel senso che nessuno, finora, ha mai controllato l’effettiva velocità dei veicoli. Il motivo? Non ci sono gli autovelox. Quelli mobili, con i vigili accanto, sono stati giudicati dalla Polizia locale troppo «pericolosi» per l’incolumità degli agenti. Poco spazio sulla carreggiata per sistemare le postazioni, con le macchine che sfrecciano a pochi centimetri di distanza.

 

La prima guerra intestina di Virginia Raggi. Contro Acea

 

AUTOVELOX TANGENZIALE ROMA, LIMITE PER CONTENERE L’INQUINAMENTO

Il provvedimento che apre agli autovelox sulla tangenziale a Roma è un’ordinanza firmata il 28 giugno scorso, che ha prolungato il divieto di transito notturno su due tratti dell’arteria e ha messo nero su bianco la «necessità di attivare un sistema a postazioni fisse di controllo della velocità». Continuano De Cicco e Gioffreda sul Messaggero:

A spezzare la routine delle proroghe, che di fatto hanno consentito ai vari inquilini del Campidoglio di aggirare il problema, ci ha pensato la nuova inquilina di Palazzo Senatorio. Che con un’ordinanza firmata lo scorso 28 giugno, la numero 6 della sua amministrazione, ha sì prolungato fino al prossimo 31 dicembre il divieto di transito notturno dalle 23 alle 6 nei due tratti dove è già attivo (dalla Sopraelevata che collega viale Castrense a San Lorenzo, alla Circonvallazione salaria nella parte che va dalla Nomentana a via delle Valli).

Ma ha anche fatto mettere nero su bianco che «in ogni caso permane la necessità di attivare un sistema a postazioni fisse di controllo della velocità» in questo tratto della Tangenziale. L’unica misura che la sindaca ritiene davvero «necessaria» per «contenere l’inquinamento acustico».

La determina ha dato mandato ai dipartimenti della Mobilità e della Manutenzione urbana di elaborare un progetto per «l’istituzione del limite di velocità di 50 kmh nel tratto indicato dell’infrastruttura viaria». Ci sarà anche un «monitoraggio trasportistico e acustico ante e post operam».

(Foto: ANSA / SAMANTHA ZUCCHI)