andrea lo cicero
|

Il caso del futuro assessore Andrea Lo Cicero e «l’aggressione» alla giornalista de L’Aria che tira

Andrea Lo Cicero, futuro assessore allo Sport della giunta di Virginia Raggi, fa già parlare di sé. Secondo quanto riporta lui stesso, sul suo profilo Facebook, ci sono stati un po’ di problemi con una inviata della trasmissione de L’Aria che tira. Il programma a cura di Myrta Merlino stamane ha denunciato l’aggressione da parte del campione di rugby su una loro cronista e un loro operatore tv.

LEGGI ANCHE Come è andata davvero la storia di Maria Elena Boschi che non saluta Virginia Raggi

ANDREA LO CICERO E LA VERSIONE FORNITA A L’ARIA CHE TIRA

Secondo il racconto fatto stamane su La7 l’ex pilone sinistro della nazionale avrebbe aggredito l’inviata Elisa Covelli che ha cercato di intervistarlo nei pressi della sua tenuta a Nepi, vicino Viterbo,. «Lei è dai carabinieri – ha spiegato la Merlino – sta sporgendo denuncia per violenza privata e danneggiamento perché ha aggredito lei e l’operatore e ha danneggiato la telecamera. Domani faremo vedere le immagini».

ANDREA LO CICERO CONTRO LA TROUPE DI LA7: LA VERSIONE DEL RUGBISTA

Lo Cicero però fornisce un’altra versione:

In merito a quanto dichiarato all’interno della trasmissione L’Aria che tira su La 7, ci tengo a precisare che la giornalista insieme al suo operatore hanno violato la mia proprietà privata, irrompendo in casa mia senza alcuna autorizzazione del sottoscritto ed invadendo, dunque, la privacy del sottoscritto, della mia famiglia e del mio domicilio. Appreso il fatto ho invitato giornalista ed operatore ad allontanarsi e a lasciare la mia abitazione. A testimonianza che non ci sia stata alcuna aggressione sono stato io per primo a chiamare i Carabinieri. Sto valutando, pertanto, l’ipotesi di sporgere io denuncia.
Ecco infine un video che ben riassume la cornice di quanto accaduto: qui potete infatti vedere la giornalista stare tranquillamente al telefono e fingere di essere aggredita da me. Corre da sola e afferma “questo mi sta per menare, devo chiudermi in macchina”, celebrando un vero e proprio siparietto del ridicolo, mentre io me ne sto fermo e il suo cameraman riprende il tutto beatamente. Avete capito? Ora potete trarre le vostre valutazioni.

E allega un video. Eccolo:

Come andrà a finire? Lo vedremo domattina, probabilmente, su L’aria che tira.