caso raggi
|

Caso Raggi, Procura apre un fascicolo senza indagati

La procura di Roma ha aperto oggi un fascicolo sul caso della consulenza di Virginia Raggi all’Azienda sanitaria locale di Civitavecchia, senza ipotesi di reato e senza indagati. Il fascicolo è stato aperto dopo l’esposto presentato dall’associazione Anlep che scatenò non poche polemiche alla vigilia del voto. Anche perché venne presentato da Renato Ienaro, vicepresidente dell’Anlep e dirigente del Partito Democratico del Lazio.

PROCURA DI ROMA APRE UN FASCICOLO SUL CASO RAGGI

Spiega l’agenzia Ansa:

Raggi aveva ricevuto due incarichi di recupero crediti dall’Asl: uno nel 2012 e l’altro nel 2014, ma fino al 2015, in anni in cui era consigliera comunale a Roma, non li aveva mai dichiarati. La legge sulla trasparenza prescrive invece che i titolari di incarichi politici comunichino “i dati relativi all’assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti”.