Brexit significato
|

Brexit: le ultime cose da sapere prima del voto

Brexit significato

, le ultime cose da sapere prima del voto. Brexit con la vittoria del Leave oppure successo del Remain? I sondaggi rilevano un esito assolutamente incerto, con il vantaggio per il fronte dell’addio all’UE ridottosi in questi ultimi giorni. I mercati finanziari sembrano credere alla vittoria del Remain, così come gli scommettitori, mentre prima del voto di giovedì 24 giugno 2016 arrivano gli endorsement di Vip e giornali.

BREXIT COSA SIGNIFICA

Il Regno Unito domani vota sulla Brexit. Gli elettori britannici dovranno esprimere la loro preferenza per il Remain, ovvero restare Stato membro dell’UE, oppure per il Leava, l’addio all’unificazione europea. Il referendum del Regno Unito, promosso dal governo conservatore di David Cameron, è osservato con enorme attesa dall’establishment di tutto il mondo. La separazione tra la Gran Bretagna e l’Unione europea sarebbe de facto la prima, significativa cesura dell’equilibrio mondiale post Guerra fredda che sembrava indiscutibile dopo la fine del comunismo. Il significato di questo voto sembra rendere particolarmente incerta questa competizione elettorale, decisiva anche per le sorti dell’esecutivo guidato dal premier David Cameron.

LEGGI ANCHE

Brexit: come l’UE punirà il Regno Unito in caso di addio

BREXIT DEFINIZIONE

I sondaggi rilevano un Regno Unito sostanzialmente spaccato in due. Nella media delle intenzioni di voto il Leave guida con il 45%, con il Remain distanziato di un solo punto al 44%. I maggiori media britannici dovrebbero pubblicare gli ultimi dati domani, durante le operazioni di voto. In questi ultimi giorni la tendenza sembrerebbe favorevole al Remain, che ha recuperato lo svantaggio ampliatosi in modo rilevante settimana scorsa. Un possibile effetto della tragica morte di Jo Cox, la parlamentare laburista uccisa da un presunto simpatizzante dell’estrema destra razzista. Per gli scommettitori invece il quadro è diverso: per i bookmaker le quote del Remain oscillano tra lo 0,21 e lo 0,3%, particolarmente basse, mentre il Leave paga tra il 2,75 e il 3.

BREXIT VIP

Negli ultimi giorni, oltre ai classici endorsement arrivati dai giornali, diversi Vip hanno preso posizione sulla Brexit. I Beckham si sono schierati per il Remain. Victoria ha smentito la campagna del Leave per l’utilizzo di una sua frase in favore della sterlina, mentre il marito David ha ribadito come spera che per i suoi figli e quelli degli altri il Regno Unito possa risolvere i problemi insieme agli altri Paesi europei. Michael Caine, uno dei più grandi attori britannici, è per la Brexit, come il noto difensore Sol Campbell, mentre Elton John così come JK Rowling si stanno impegnando per il Remain. L

TAG: Brexit