Nba Finals 2016 gara-7, LeBron James spinge Cleveland Cavaliers alla vittoria del titolo

di Redazione | 20/06/2016

Nba Finals 2016 gara-7

Nba Finals 2016 gara-7, Cleveland Cavaliers vince il titolo Nba

Nba Finals gara-7, vittoria dei Cleveland Cavaliers nella bella della seria contro Golden State Warriors. La squadra dell’Ohio vince il suo primo titolo, grazie a una prestazione eccezionale di LeBron James, che con una tripla doppia spinge la sua squadra verso la vittoria. Nato ad Akron, Ohio, LeBron James conquista il terzo anello della Nba, il secondo con una squadra diversa. Un trionfo personale sigillato dal titolo di Mvp delle Nba Finals 2016, che celebra l’impresa compiuta dai Cavaliers, primo team nella storia a vincere il titolo dopo esser stati in svantaggio per 3 a 1.

Nba Finals gara-7 Cleveland Cavaliers conquistano il titolo

Cleveland Cavaliers ha conquistato il titolo della Nba grazie alla vittoria sul parquet dei Golden State Warriors per 93 a 89. La squadra dell’Ohio conquista il suo primo anello della Nba grazie a un’altra prestazione eccezionale del suo giocatore simbolo, LeBron James. Dopo aver vinto due titoli consecutivi nel 2012 e nel 2012 coi Miami Heat, James è tornato nella squadra in cui aveva esordito nella Nba, la più importante del suo Stato natale, l’Ohio. Il cestista di Akron ha conquistato il titolo di Mvp  delle finali grazie a numeri stratosferici, chiudendo la serie quasi in tripla doppia: in sette partite ha segnato 29,7 punti in media, con 11,3 rimbalzi e 8,9 assist. In gara-7 James ha messo a segno 27 punti, con 11 assist, 11 rimbalzi, 2 palle rubate e 3 stoppate.

Decisiva e incredibile l’ultima stoppata su Iguodala sull’89-89. Un’azione difensiva fenomenale, che ha poi portato al tiro da 3 punti  di Kyrie Irving decisivo per la vittoria di gara-7 e del titolo. Irving ha così sigillato una partita eccellente, in cui ha messo a segno ben 26 punti.

LEGGI ANCHE

Nba Finals 2016 gara-6, LeBron James trascina Cleveland alla bella contro Golden State

Nba Finals 2016 gara-7, la delusione di Stephen Curry

L’Mvp della Nba 2016, Stephen Curry, è stato il contraltare della prestazione eccezionale di LeBron James. In gara-7 Curry ha segnato solo 17 punti, con un deludente 4 su 14 dal tiro da tre. Anche il suo gemello dalla lunga distanza, Klay Thompson, ha realizzato 14 punti, una controprestazione che ha impedito la conquista del secondo titolo consecutivo di Golden State Warriors. Dopo aver dominato la stagione regolare con il nuovo record di vittorie della Nba, la squadra di Curry ha giocato play-off inferiori rispetto alle aspettative. Salvatisi nella serie contro Oklahoma, Golden State ha subito una clamorosa rimonta dopo esser arrivata sul 3-1. La chance per vincere il titolo non è mai stata sfruttata nelle 3 partite conclusive delle Nba Finals 2016, nonostante due siano state giocate sul parquet di Oakland.