Ballottaggio sindaco 2016 a Torino, risultati: Appendino è il nuovo sindaco, disastro Fassino

di Alberto Sofia | 19/06/2016

risultati ballottaggio sindaco torino 2016

I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI PER I SINDACI ALLE ELEZIONI COMUNALI 2016

Risultati Ballottaggio sindaco Torino 2016

Riuscì a resistere al richiamo di Silvio Berlusconi e della Lega, ai tempi d’oro del Cav e dell’asse Pdl-Carroccio. Ma ora Torino, il vecchio “villaggio di Asterix” del centrosinistra nel Nord Italia, è caduto. Non ha retto all’assalto di Chiara Appendino e del Movimento 5 Stelle che hanno vinto con il 54.5% contro il 45.4% di Piero Fassino. Con la destra divisa e fuori dal ballottaggio, gli elettori dei suoi partiti si sono riversati sulla candidata pentastellata che sognava da settimane il colpaccio alle Comunali. Ora realtà.

 

TORINO FINALE

 

Per Piero Fassino, il sindaco uscente del Partito democratico, è un risultato disastroso. Gerarchie ribaltate, dopo che al primo turno delle Amministrative Fassino si era fermato al 41,8% contro il 30,92% dell’avversaria del M5S. Non gli è rimasto che attaccare l’asse M5S-destre. Poco cambia. Palazzo Civico è pentastellato.

 

 

AGGIORNAMENTI E DIRETTA

Ore 01.30 – Questi i nomi di chi dovrebbe entrare in Consiglio comunale a Torino, in base alle preferenze. Ventiquattro seggi, più il sindaco (Appendino) per la maggioranza a 5 Stelle, Pd 8 seggi più Fassino, Silvio Magliano per i Moderati, 1 Lista Civica Fassino. Tra le minoranza un seggio per la Lega, più Alberto Morano candidato sindaco. Poi i candidati sindaco Napoli (Fi), Rosso (centristi), Airaudo (SI).

 

Risultati Ballottaggio sindaco torino 2016

 

Ore 1.15 – Questa la possibile composizione del prossimo Consiglio Comunale, secondo i dati del Servizio elettorale:

 

Risultati Ballottaggio sindaco torino 2016

 

Ore 00.50 – «Di questa comunità tutti devo sentirsene parte. Sono certo che l’opposizione sarà dura, come lo siamo stati noi». Queste le prime parole del neo sindaco di Torino Chiara Appendino, poco dopo aver vinto il ballottaggio contro Piero Fassino. «Oggi si apre una nuova era per la città, da domani saremo già al lavoro per servire Torino». Appendino ha rivendicato: «Negli ultimi quindici giorni ho visto un entusiasmo incredibile, non ero certa di vincere, non lo sono mai stata fin quando non ho visto i risultati».

Ore 00.40 – Sui social gli elettori del Movimento 5 Stelle cominciano a ironizzare su Fassino. A suo modo, profetico. Quasi fantozziano, in realtà. Perché per l’ormai ex sindaco non è stata la prima volta che provoca i 5 Stelle e si rivela loro portafortuna. «Faccia un partito, vediamo quanti voti prende». Come finì è storia. Bis con Appendino: «Provi a prendere il mio posto». Guarda il video

00.20Fassino ha chiamato Appendino per congratularsi. Ma attacca l’asse degli elettori centrodestra-M5S: «Mi pare evidente che l’elettorato di centrodestra ha fatto convergenza sull’Appendino. I dati sono inequivocabili, la stessa cosa avviene in tutte le città dove c’è stato un ballottaggio con il Movimento 5 Stelle»

00.16 – Ormai è certo. Chiara Appendino è il nuovo sindaco di Torino. Tra poco Piero Fassino atteso per le dichiarazioni. Esultano parlamentari a 5 Stelle piemontesi come Laura Castelli e Alberto Airola, disastro in casa dem. Il vecchio fortino del centrosinistra è caduto

23.58 – Dati reali, oltre metà scrutinio: Appendino verso la vittoria: 54,88% contro 45.12%. Ci sono quasi 30mila voti di distanza tra Appendino e Fassino. Al primo turno il candidato Pd e sindaco uscente ne aveva oltre 40mila di vantaggio.

 

Risultati ballottaggio sindaco torino 2016

 

23.45 – Secondo proiezione Rai,, Torino sembra ormai un verdetto già scritto. Appendino si avvia verso la vittoria contro Piero Fassino (56.6 – 43.4) Un terremoto politico per il Partito democratico, con Raggi vincente a Roma e Appendino sotto la mole. Pronto a cadere il vecchio “villaggio di Asterix” del centrosinistra.

 

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

 

23.35 – Arrivano le prime proiezioni, con copertura campione al 5%. Clamorosa la distanza, anche se serve tempo. Ma Appendino viaggia verso la vittoria: 56.7% contro 43,3%.

 

Torino proiezione

 

23.29 – Anche il secondo exit poll Rai (Piepoli) conferma la tendenza, anzi aumenta il vantaggio di Chiara Appendino: 51/55 contro 45/49.

 

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

 

23.15Osvaldo Napoli (candidato di Fi al primo turno) spiega: «Il centrodestra ha votato Appendino? Lo han votato pure i centri sociale, se è per questo. Si tratta di un voto politico contro il Pd e Renzi, e l’anticamera della sconfitta al referendum». E ancora: “Il voto dimostra che la gente era stufa di 30 anni di amministrazioni di centrosinistra e che se il centrodestra si rimette in moto può giocare le sue carte

23.10 – La tendenza è quindi confermata da tutti i primi exit poll. E anche i primi numeri reali confermano la tendenza, anche se è molto presto. Lo confermano anche in casa dem, anche se prendono tempo: «Le notizie non sono buone. Parliamo solo al 10% dei seggi»

23.02 – Sorpresa al primo exit poll. Il primo fornito sia da Piepoli per la Rai che per Tgla7 spiega che Torino è in mano al Movimento 5 Stelle e Chiara Appendino. Per la Rai Appendino ha una forchetta 50/54 contro Fassino al 46/50.

 

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

 

Per la7 Appendino ha una forchetta49.5%/53.5% contro Fassino al 46.5%/50,5%.

 

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

 

23.00 – Si chiudono i seggi. Attesa per i primi dati su affluenza ed exit poll.

22.40 – Manca poco alla pubblicazione dei primi exit poll. Ma pure in casa 5 Stelle non mancano rumours e mormorii. «Ottimisti», spiegano. Da settimane si rincorre il sogno di espugnare il “villaggio di Asterix” del centrosinistra.

22.20 – Intanto ultimi appelli online anche di Piero Fassino: «Ti rimane solo un’ora per decidere il sindaco di Torino. Hai già votato?»

 

Risultati ballottaggio sindaco torino 2016

 

21.48 – C’è attesa anche per scoprire quale sarà il dato definitivo dell’affluenza. La certezza è che l’obiettivo di recuperare gli elettori astenuti al primo turno sembra già fallito: alle 19 hanno votato circa 15mila elettori in meno rispetto a quanti votarono, alla stessa ora, il 5 giugno. Due settimane fa la partecipazione definitiva alle 23 fu del 57.19% degli aventi diritto, contro il 66.53% delle Amministrative 2011. Il calo fu di quasi 9 punti percentuali. Alle politiche 2013 infine votò il 77.04%.

20.37 – Non tutti condividono però nel Pd. E non mancano i timori. Anche perché si parla dietro le quinte di qualche prima rilevazione interna tutt’altro che positiva per Fassino e il Partito democratico.

20.21 – In casa dem c’è chi lascia filtrare un «timido ottimismo». La «bassa affluenza non preoccupa, anzi», spiegano fonti del Pd torinese. Anche perché, precisano, anche analizzando il dato delle 12, quando la partecipazione era più alta del primo turno, «era comunque aumentata nei quartieri dove siamo più forti».

19.05 – Arrivato il dato dell’affluenza ore 19: ha votato il 39.15%. A Torino, nel turno di ballottaggio tra i candidati Appendino Chiara e Fassino Piero, per l’elezione del Sindaco hanno votato 272.407 elettori aventi diritto, rispetto al 41.32% (287.452) del I turno.

18.20 – A seggi chiusi sarà possibile nel giro di pochi minuti conoscere le previsioni sul risultato del ballottaggio a Torino (prima ancora della diffusione dei dati reali da parte del Comune e del Viminale) grazie agli exitpoll e alle proiezioni realizzati da alcuni dei più noti istituti demoscopici italiani. SkyTg24 ha scelto di rinunciare all’utilizzo dello strumento degli exit poll, le dichiarazioni di voto raccolte all’uscita dei seggi, e di proporre soltanto proiezioni basate su voti reali, scrutinati da seggi campione, relative alle città di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, a cura dell’istituto di ricerca Quorum. Su Raiuno, intanto, saranno diffusi exit poll e proiezioni elaborati dalle società demoscopiche Ipr Marketing e Istituto Piepoli. tutti i numeri verrano diffusi anche da Giornalettismo in questo live.

17.35 – Il prossimo dato importante per fare una valutazione iniziale sul voto a Torino è quello relativo all’affluenza alle ore 19. La percentuale di votanti che si sono recati ai seggi fino al tardo pomeriggio dovrà confermare o smentire il dato anomalo delle ore 12, quando rispetto al primo turno è risultato più alto sia il voto maschile che quello femminile. Complessivamente fino a mezzogiorno ha votato per scegliere il sindaco nel capoluogo pimontese il 14,8% degli aventi diritto (102.969 elettori) contro il 14,06% (97.814 elettori) di due settimane fa, domenica 5 giugno.

16.10 – Rispettando il divieto di campagna elettorale nel giorno del voto e nel giorno che lo precede, i candidati alla carica di sindaco a Torino non hanno più inviato da venerdì alcun messaggio politico. Negli ultimi due giorni tuttavia hanno mandato qualche saluto attraverso i social network. «In una bellissima giornata di sole, mi auguro una buona partecipazione ai seggi. Oggi scegliamo il futuro della nostra città», è quanto si legge sulla pagina fan su Facebook del candidato di centrosinistra Piero Fassino, in un post con le foto dell’ex segretario Ds al seggio. «Avanti insieme‬», è invece quanto pubblicato ieri.

 

 

Anche sulla pagina fan Facebook di Chiara Appendino ad accompagnare le foto della candidata M5S al seggio c’è un invito agli elettori a recarsi ai seggi ed esprimere la propria preferenza. «Fatto. Voi?  Se siete al mare o in montagna ricordatevi di rientrare entro la chiusura dei seggi alle 23. Si vota mettendo solo una croce sul nome». Un messaggio simile è stato postato dalla candidata anche sul suo profilo Twitter.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Torino 2016
(Screenshot dalla pagina Facebook di Chiara Appendino)

 

14.53 – Difficile interpretare i dati sull’affluenza. Di solito, un’alta partecipazione al voto può premiare chi parte in svantaggio, in questo caso la pentastellata Chiara Appendino. Ma non c’è alcuna certezza. Quel che è chiaro è invece che Fassino dovrà riportare al proprio elettorato chi lo ha votato al primo turno, cercando poi di far breccia sul voto moderato di centrodestra (come chi ha votato Forza Italia e Osvaldo Napoli al primo turno) e sugli elettori di Giorgio Airaudo (Sinistra italiana). Al contrario Appendino, oltre che con il voto dei 5 Stelle, può rimontare pescando dai delusi, dai torinesi che non hanno votato il 5 giugno, così come beneficiare di un voto antirenziano o anti-Pd degli elettori delle opposizioni (Lega e non solo).

12.59 – Questa invece è la tabella con l’affluenza alle ore 12 (14.8%) scorporata circoscrizione per circoscrizione:

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

12.40 – Su Torino c’è anche dato sull’affluenza scorporato. Rispetto al primo turno è salito sia il voto maschile che quello femminile:

Risultati ballottaggio sindaco Torino 2016

12.33 – Anche il sindaco di Torino e candidato Pd, Piero Fassino, ora il lotta contro Appendino e alla ricerca del bis a Palazzo Civico, è andato a votare, intorno alle 11: «Questa è una bellissima giornata e spero che questo favorisca un’alta partecipazione, perché oggi non si sceglie solo il sindaco, ma il futuro della città», sono state le parole del sindaco uscente.  Quasi una profezia considerato che il dato dell’affluenza alle ore 12 è, seppur leggermente, in crescita rispetto a 15 giorni fa. Fassino ha votato alla scuola media Ugo Foscolo. Qui alcuni scatti (Ansafoto).

12.30 – Confortante il dato sulla partecipazione a Torino. Al ballottaggio è in crescita rispetto al primo turno, in controtendenza rispetto alla consueta crescita dell’astensionismo al secondo turno

Ore 12.00 – Arriva il primo dato dell’affluenza a Torino: secondo quanto spiega il Servizio elettorale del Comune a Torino città alle ore 12 ha votato il 14,8% degli aventi diritto (102.969), rispetto al 14,06% (97.814) del I turno e al 15,09% delle Politiche 2013 (in questa consultazione il voto si svolgeva su due giorni).

10.43 –  Oltre a Torino e ad altri sei centri della città metropolitana (Alpignano, Carmagnola, Ciriè, Nichelino, Pinerolo e San Mauro) i ballottaggi riguardano anche un altro capoluogo di provincia, Novara. Una sfida decisiva anche in casa centrodestra. Il leghista Canelli contro l’uscente Andrea Ballarè (centrosinistra), staccato al primo turno di circa due mila voti.

10.35 – Anche Piero Fassino dovrebbe votare in mattinata.

Ore 10.25 – La candidata del Movimento 5 Stelle Chiara Appendino è già andata a votare. «Fatto. Voi? Se siete al mare o in montagna ricordatevi di rientrare entro la chiusura dei seggi alle 23. Si vota mettendo solo una croce sul nome», ha scritto su Facebook la consigliera uscente che sogna di strappare la poltrona di sindaco a Piero Fassino. Ecco alcuni scatti del voto di Appendino (Ansafoto)

Ore 9.00 – A Torino saranno quasi 700 mila gli elettori che saranno chiamati oggi a scegliere chi sarà il nuovo sindaco della città. Pesa però il rischio astensionismo. Al primo turno l’affluenza è stata pari al 57.19% degli aventi diritto, contro il 66.53% delle Amministrative 2011. Il calo è stato di quasi 9 punti percentuali. Alle politiche 2013 infine votò il 77.04%.

Ore 7.00 – Il grande giorno del ballottaggio delle Comunali di Torino è arrivato. Dopo due settimane di scontro serrato su debito, povertà, periferie e sui risultati della giunta uscente, si sono appena aperti i seggi nel capoluogo piemontese. Si voterà fino alle 23. Poi il verdetto delle urne chiarirà chi sarà il nuovo sindaco. Se sarà confermato Fassino o se sarà Appendino e il M5S a guidare la città per i prossimi cinque anni.

 

I CANDIDATI

Piero Fassino è stato sostenuto al primo turno da una coalizione che comprendeva, oltre al Pd, i Moderati di Portas, la Lista civica per Fassino, e la lista “Sinistra per la Città”. Non ha invece ricevuto il sostegno di SI-Sel e degli altri partiti a sinistra del Pd, che si sono raccolti dietro la candidatura di Giorgio Airaudo. Il risultato dell’ex sindacalista Fiom è stato però modesto (3,70%), ma da sinistra non è arrivata l’indicazione di voto a favore del candidato Pd al ballottaggio. Nessun apparentamento. Né per Fassino, né per Appendino.

Eppure la candidata pentastellata ha già ricevuto l’endorsement di molti esponenti dell’opposizione al Pd, in chiave anti-renziana. Dai flirt della Lega di Salvini – compreso Borghezio – alla dichiarazione di sostegno di Roberto Rosso, l’ex Fi che al primo turno ha incassato il 5%.

Questo è il risultato che i due candidati sindaco promossi al secondo turno hanno conseguito al primo turno:

Risultati Elezioni Comunali 2016 Torino

I SONDAGGI

In vista del ballottaggio non è stato possibile pubblicare nuovi sondaggi sulla partita elettorale per il sindaco di Torino. Vige il divieto di legge. Restano quelli pubblicati quindici giorni prima del voto. Al primo turno, le stime sono state più o meno rispettate. I maggiori sondaggisti prima del black out prevedevano al ballottaggio un divario tra i due candidati molto ridotto, ma con Fassino dato in vantaggio  contro la candidata del Movimento 5 Stelle. Molto tempo è però passato. I numeri potrebbero essere totalmente differenti.

Sondaggi Elezioni Comunali 2016 Torino
Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al secondo turno delle Elezioni Amministrative a Torino (Tabella di: Giornalettismo)

 

COME, QUANDO E DOVE SI VOTA

Ma quando si voterà per il ballottaggio? Le urne sono aperte soltanto per la giornata di domenica 19 giugno, dalle 7 alle 23.

Come si vota? Il secondo turno sarà una sfida tra i due candidati che hanno ottenuto la percentuale di voti maggiore, seppur senza raggiungere il 50% dei voti. Ovvero, a Torino, Piero Fassino (Pd-Moderati-Civiche) e Chiara Appendino (M5S). Nei comuni con un numero di abitanti maggiore a 15mila, come nel capoluogo piemontese, sarà eletto il candidato sindaco che avrà ottenuto più voti validi.

Gli elettori riceveranno soltanto una a scheda riportando i nominativi dei due sfidanti. Tutti gli aventi diritto possono votare, anche chi non ha votato al primo turno. Basterà presentarsi al proprio seggio con un documento di riconoscimento e la tessera elettorale (qui vi spieghiamo come sostituirla se deteriorata, smarrita o piena).

I diciottenni che non avevano compiuto il diciottesimo anno d’età prima del 5 Giugno 2016 – data del primo turno – non potranno votare. Il motivo? Il ballottaggio viene considerato collegato al primo turno e la platea degli aventi diritto è quella certificata come valida per il primo turno stesso. Per votare l’elettore può esprimere il suo voto tracciando un segno sul rettangolo contenente il nome e cognome del candidato sindaco prescelto sotto il quale sono riprodotti i contrassegni delle liste collegate.

Entro sette giorni dal primo turno di votazione, i candidati potranno dichiarare di essersi “apparentati” – collegati, ndr – con altre liste.