La foto di Matteo Salvini in una moschea «abusiva»

di Redazione | 16/06/2016

Matteo Salvini foto in moschea

Matteo Salvini foto in moschea,

un esponente delle associazioni islamiche di Milano, Davide Piccardo, ha condiviso su Facebook una foto che ritrae Matteo Salvini in una moschea di Milano. Piccardo ha rimarcato come all’epoca della visita nel luogo di culto di via Padova 144 l’allora consigliere comunale della Lega Nord era venuto in campagna elettorale a chiedere voti, una posizione totalmente incoerente rispetto alla ruspa per le moschee a Milano promessa oggi da leader del Carroccio.

MATTEO SALVINI FOTO IN MOSCHEA A MILANO

C’è stato un tempo in cui Matteo Salvini andava in moschea, e dialogava con gli esponenti della comunità islamiche di Milano. La testimonianza è stata fornita da Davide Piccardo, che sul suo profilo personale di Facebook ha pubblicato un’immagine che ritrae un giovane Salvini intento a parlare di fronte a numerosi fedeli musulmani. Il leader della Lega, all’epoca consigliere comunale, è ritratto al fianco di persone come Gueddouda Boubakeur, ora parlamentare algerino in un partito di ispirazione islamica, e Abdullah Tchina, imam del luogo di culto di via Padova. Piccardo rimarca come l’edificio in cui era arrivato Salvini sarebbe definito in questo momento come una moschea abusiva dallo stesso leader della Lega.

E allora mi chiedo che cosa ci facesse Matteo Salvini in via Padova 144 in quella che chiamerebbe una moschea abusiva da abbattere con una ruspa, in compagnia di Gueddouda Boubakeur (esponente di primissimo piano di molte delle associazioni nel mirino oggi e parlamentare in Algeria di un partito di ispirazione islamica) di Abdelwahab Ciccarello, dirigente di Islamic Relief e Abdullah Tchina imam di via Padova, della Moschea Mariam e fondatore del CAIM – Coordinamento Associazioni Islamiche di Milano e Monza e Brianza. Salvini era in campagna elettorale e chiedeva voti.

LEGGI ANCHE

Ballottaggio sindaco di Milano 2016: la sfida della Nazione tra Sala e Parisi

MATTEO SALVINI FOTO IN MOSCHEA PARZIALE CONFERMA

Piccardo, nella chiusa del suo post su Facebook, rimarca come Matteo Salvini si fosse recato nella moschea di via Padova 144 a chiedere voti in campagna elettorale. Una circostanza smentita dal leader della Lega Nord, citato dal Corriere della Sera di giovedì 16 giugno 2016.

Che idiozia, la foto è di 15 anni fa. Ero stato invitato con la commissione Sicurezza. Vado anche in campi rom ma non a chiedere voti.

Matteo Salvini ha così confermato l’autenticità della visita in una moschea di Milano, anche se ne ha smentito il motivo evidenziato da Davide Piccardo. Il tema del luogo di culto per la comunità islamica è stato un tema della campagna elettorale di Milano, e sarà probabilmente rilevante per molti elettori che andranno al ballottaggio di Milano 2016 tra Stefano Parisi e Beppe Sala. Tra lo stesso Salvini e il candidato del centrodestra sono emerse diverse visioni sulla moschea da realizzare nel capoluogo lombardo. Parisi non è contrario, mentre Salvini è fermo nel suo no.