Vincenzo Matarrese morto lite Gaucci - VIDEO
|

Quella volta che Vincenzo Matarrese e Luciano Gaucci sfiorarono la rissa – VIDEO

VINCENZO MATARRESE E’ MORTO –

Storico presidente del Bari, fratello del presidente federale Antonio, Vincenzo Matarrese per trent’anni è stato una presenza mitica nel calcio professionistico italiano. Della schiatta degli Anconetani e dei Rozzi, era espressione di quel capitalismo familiare che nel calcio e quasi sempre nella squadra della propria città cercava il trampolino per il successo definitivo, per la fama nazionale e forse anche l’ammissione al tavolo dei grandi. Nato ad Andria il 25 maggio 1937, da sempre nell’impresa edile paterna, la “Salvatore Matarrese Costruzioni”, terzo di cinque fratelli maschi, tenne le redini del Bari per 28 anni, segnando nel bene e nel male il destino della squadra pugliese. Da retrocessioni cocenti ad acquisti clamorosi come quelli di David Platt, Zvonimir Boban e Robert Jarni, dall’età d’oro targata Fascetti-Regalia ai capocannonieri Protti e Tovalieri, fino alla scoperta di Antonio Cassano e Antonio Conte.

LEGGI ANCHE: EUROPEI 2016, LE PARTITE DI OGGI 14 GIUGNO IN TV

Se ne va a 79 anni, discusso dai suoi tifosi: la verità è una, però, il suo Bari è stato l’unico grande club del Sud a non fallire nel dopoguerra. E non è poco. A noi piace ricordarlo con un video epico, che lo vide protagonista insieme a Luciano Gaucci. Il suo “siamo di serie A, Gaucci” era l’espressione di ciò che era: verace, impulsivo e anche piuttosto provinciale. Non fu una bella pagina di calcio, per carità, ma è innegabile che diverta ancora.

TAG: Bari, Calcio