giancarlo bigazzi
|

Chi è Giancarlo Bigazzi: i cantanti ricordano in tv la mente di Montagne Verdi

Martedi 14 giugno in prima serata su Rete 4 va in onda “Una serata Bella… Per te, Bigazzi!”, dedicata alle canzoni dell’autore toscano che ha scritto evergreen come Rose rosse, Montagne verdi, Lisa dagli occhi blu, Ti amo, Gloria, Si può dare di più, Self Control, Gli uomini non cambiano e tantissime altre hit.

guarda il video:

CHI CANTA PER GIANCARLO BIGAZZI: CANTANO PER LUI DA UMBERTO TOZZI A MARCELLA BELLA

Prodotta da Colorado Film, “Una serata bella… per te, Bigazzi!” è realizzata nella cornice del Teatro Dal Verme di Milano, dove ancora una volta si sono riuniti i più grandi artisti della musica italiana per omaggiare l’arte e la poesia in musica di Bigazzi, autore di molte della più importanti canzoni italiane.
Sul palco, per il tributo a Giancarlo Bigazzi, Umberto Tozzi, Gaetano Curreri, Anna Tatangelo, Marco Masini, Aleandro Baldi, Mario Tessuto, Deborah Iurato, Emma Morton, Simona Molinari, Francesco Gabbani, Annalisa. Immancabile la presenza di Marcella Bella.

GIANCARLO BIGAZZI E LA COLONNA SONORA DI “MEDITERRANEO”

Alfonso Signorini conduce la one night only con la collaborazione di Rosita Celentano. Giuseppe Cederna introduce la serata sulle note della colonna sonora del film premio Oscar “Mediterraneo”, realizzata nel 1991 da Bigazzi e Marco Falagiani.

Ad accompagnare gli artisti sul palco, un’orchestra di 20 elementi diretti dal Maestro Adriano Pennino.

CHI ERA GIANCARLO BIGAZZI: I PASSI NEGLI SQUALLOR, LE CANZONI DA SUCCESSO

Il fiorentino Giancarlo Bigazzi, conosciuto anche con lo pseudonimo di Katamar, è scomparso a Viareggio, 19 gennaio 2012). Fu un produttore discografico, compositore e paroliere italiano, componente del gruppo degli Squallor, ha creato e dato vita ad alcune delle più importanti canzoni italiane. Tra le sue tante opere ricordiamo: Rose rosse, Montagne verdi, Lisa dagli occhi blu, Miele de Il Giardino dei Semplici, Ti amo, Gloria, Si può dare di più, Gente di mare, Gli altri siamo noi, Self Control, Gli uomini non cambiano, Non amarmi, T’innamorerai, Bella stronza e Cirano (scritta con Beppe Dati e incisa da Francesco Guccini).
Già da giovane Bigazzi crea per Riccardo Del Turco (Luglio), Caterina Caselli (Il carnevale), Mario Tessuto (Lisa dagli occhi blu) e Renato dei Profeti (Lady Barbara).
Negli hanno ha collaborato con Totò Savio per Massimo Ranieri (Vent’anni, Erba di casa mia) e con Gianni per Marcella Bella (Montagne verdi, Io domani, Nessuno mai e tante altre). Nel biennio 1970 – 1971 fa anche il produttore de I Califfi.
Sempre nel 1971 Bigazzi crea, insieme a Daniele Pace, Totò Savio, Alfredo Cerruti ed Elio Gariboldi il gruppo Squallor. Lo possiamo ricordare in Noè quando interpreta Nettuno con accento toscano o recita in Guatemala Guatemala e la sua mitica “Maremma maiala”.

Dal 1975 al 1978, Bigazzi produrrà assieme con Savio Il Giardino dei Semplici. Scrive anche hit per Umberto Tozzi come Donna amante mia, Io camminerò, Ti amo, Tu, Gloria. E sempre con lui collabora per il successo Un amore grande di Pupo.
Bigazzi è stato una mente che ha creato anche per Marco Masini, Raf, Alessandro Canino, Paolo Vallesi. Nel cinema firmò colonne sonore come Mery per sempre e Ragazzi fuori di Marco Risi, nonché le musiche dell’Oscar Mediterraneo di Gabriele Salvatores.
Gli anni ’90 consacrarono il successo delle sue musiche e parole in gli Gli uomini non cambiano, di Mia Martini.
Nel 1996 scrisse la musica di Cirano. In tutti questi anni ha avuto al suo fianco sua moglie, Gianna Albini, anche lei paroliere.