Elezioni Amministrative 2016 a Napoli, i risultati: al ballottaggio de Magistris e Lettieri

di Donato De Sena | 06/06/2016

Risultati elezioni comunali 2016 Napoli

I RISULTATI DELLE ELEZIONI COMUNALI 2016

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

I sondaggi sono stati confermati. Dopo 5 anni di governo Luigi de Magistris, che tenta il bis alle elezioni, ha staccato al primo turno i suoi avversari, ma avrà bisogno del ballottaggio.

BALLOTTAGGIO SINDACO DI NAPOLI 2016

Il sindaco uscente, sostenuto da civiche e da Sinistra Italiana, si è fermato al 42,9%. Al ballottaggio sarà un remake dellla sfida precedente, contro il candidato sostenuto dal centrodestra Gianni Lettieri. L’imprenditore è arrivato quasi 20 punti dietro, ma quanto basta per aver estromesso il Partito democratico e la sua candidata Valeria Valente dal secondo turno. La deputata sostenuta dal Pd e pure dalla lista dei verdiniani di Ala – un flop elettorale, poco sopra l’1% – è stata la vera delusione delle elezioni Amministrative. Male anche il Movimento 5 Stelle. Il candidato pentastellato Brambilla non ha raggiunto nemmeno il 10%, fermandosi poco sotto. I voti dei 5 Stelle potrebbero però essere decisivi nella scelta del prossimo sindaco per Palazzo San Giacomo. Una partita che sarà decisa con il secondo turno delle elezioni Amministrative di Napoli.

 

 

AGGIORNAMENTI E RISULTATI IN TEMPO REALE

Ore 7.00 – Risultati definitivi a Napoli. Sarà ballottaggio de Magistris (civiche – Sinistra) contro Lettieri (centrodestra). Un remake di 5 anni fa. «Oggi nasce una rivoluzione che farà parlare il mondo. Siamo il primo movimento politico nazionale che si oppone alle oligarchie, a un sistema corrotto, mafioso e liberista. Un movimento dal basso e con un atteggiamento pluralista», ha rivendicato de Magistris. E ancora: «Senza soldi e avendo contro governo, camorra e poteri forti, ho staccato il mio rivale di 20 punti»

Risultati elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 15.50Risultati quasi definitivi delle Elezioni Comunali 2016 a Napoli. Stando ai dati del Ministero dell’Interno a spoglio concluso in 866 sezioni su 866 il sindaco uscente Luigi de Magistris (candidato sostenuti da una coalizione di 12 liste civiche e partiti di sinistra) conquista il 42,8% di consensi. Gianni Lettieri (appoggiato da una coalizione di 10 liste e partiti di centrodestra) il 24%. La deputata Pd Valeria Valente (a capo di uno schieramento di 11 liste di centrosinistra) il 21,2%. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) il 9,7%. Marcello Taglialatela (Fratelli d’Italia e Napoli Terra Nostra) l’1,3%. Luigi Mercogliano (Il Popolo della Famiglia) lo 0,4%. Martina Alboreto (Fratelli del Popolo Italiano) lo 0,3%. Nunzia Amura (Partito Comunista) lo 0,3%. Paolo Prudente (Partito Comunista dei Lavoratori) lo 0,1%. Domenico Esposito (Qualità della Vita) lo 0,1%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 15.15 – «Renzi ha fatto di tutto per urlare alla rottamazione del partito e invece ha rinsaldato il partito. Questo si è visto alla chiusura della campagna elettorale di Valeria Valente. La più grande rottamazione l’abbiamo fatta noi», ha affermato ancora Luigi de Magistris in conferenza stampa. L’ex pm ha anche scherzato con i giornalisti, spiegando di non volersi «candidare ad essere nominato ora a commissario del Pd. Ma forse finisce proprio la stagione dei commissariamenti».

Ore 15.10 – In conferenza stampa il sindaco uscente Luigi de Magistris, il candidato più eletto al primo turno con oltre il 42% dei consensi afferma: «Credo non si sia mai verificato nella storia del nostro paese che al primo turno il sindaco uscente, senza soldi, avendo contro il governo nazionale, avendo contro una campagna di informazione, avendo contro i principali partiti del nostro paese, avendo contro la camorra e una miriade di poteri forti, arriva primo e stacca di 20 punti il candidato che andrà al ballotaggio».

Ore 13.35Dati reali sui principali partiti. I risultati ufficiali del Viminale (relativi ad 837 sezioni scrutinate su 886) indicano come prima formazione la lista civica De Magistris Sindaco con il 13,7% dei consensi. Il Partito Democratico non è andato oltre finora l’11,7%. Il Movimento 5 Stelle ha ottenuto il 9,7%. Forza Italia il 9,6%.

Ore 13.30Dati reali su liste e coalizioni. Per quanto riguarda i voti di lista, cioè a partiti e movimenti a sostegno dei 10 candidati a sindaco, a scrutinio concluso in 837 sezioni sulle 886 totali la coalizione a sostegno del sindaco uscente Luigi de Magistris (liste civiche di sinistra) ha ottenuto un consenso del 39,7%. Al secondo turno se la vedrà con Gianni Lettieri (Forza Italia e liste civiche di centrodestra), appoggiato da una coalizione che ha ottenuto il 24,6% dei voti. Lo schieramento a sostegno di Valeria Valente (candidata del Pd e del centrosinistra) ha ottenuto invece il 23,7%. L’unica lista a sostegno di Matteo Brambilla (il Movimento 5 Stelle) il 9,7. le due liste per Marcello Taglialatela (Fratelli d’Italia e Napoli Terra Nostra) l’1,4%. Il Popolo della Famiglia lo 0,4%. Fratelli del Popolo Italiano lo 0,3%. Il Partito Comunista lo 0,2%. Il Partito Comunista del Lavoratori lo 0,1%. Qualità della Vita per Napoli allo 0,1%.

Ore 13.15Dati reali sui candidati a sindaco. Ad oltre 14 ore dalla chiusura dei seggi non è ancora disponibile il risultato definitivo delle Elezioni Comunali 2016 a Napoli. I numeri relativi ad 837 sezioni scrutinate su complessive 886 attribuisce al sindaco uscente Luigi de Magistris (liste civiche di sinistra) un consenso del 42,6%. Al secondo turno dovrà affrontare Gianni Lettieri (Forza Italia e liste civiche di centrodestra), che viene indicato al 24,1%. Valeria Valente (candidata del Pd e del centrosinistra) ha ottenuto finora il 21,2%. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) il 9,7. Marcello Taglialatela (Fratelli d’Italia e Napoli Terra Nostra) l’1,3%. Luigi Mercogliano (Il Popolo della Famiglia) è allo 0,4%. Martina Alboreto (Fratelli del Popolo Italiano) allo 0,3%. Nunzia Amura (Partito Comunista) allo 0,3%. Paolo Prudente (Partito Comunista del Lavoratori) allo 0,1%. Domenico Esposito (Qualità della Vita per Napoli) allo 0,1%. I canddiati a sindaco di Napoli sono dieci.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 3.14Dati reali. A Napoli nessuna chance per il centrosinistra e il Pd. A sfidare il sindaco uscente Luigi de Magistris al secondo turno delle Elezioni Comunali 2016 sarà il candidato del centrodestra Gianni Lettieri. A spoglio concluso in 83 delle totali 886 sezioni de Magistris è al 40,5%. Lettieri al 25,9%. La deputata Pd Valeria Valente al 21,7%. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) al 9,6%. Marcello Taglialatela (deputato di Fdi) all’1,3%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 2.54Sesta proiezione (27% di copertura del campione) di Emg Acqua per la maratona elettorale di La7 condotta da Enrico Mentana. Il sindaco Luigi De Magistris sarebbe al 41,8%. Gianni Lettieri al 23,8%. Valeria Valente al 20,3%. Matteo Brambilla al 10,0%. I giochi sembrano chiusi. Al secondo turno de Magistris e Lettieri. Proprio come 5 anni fa.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 2.41 – I candidati delle Elezioni Comunali 2016 a Napoli parleranno con la stampa nella giornata di domani. Lo staff di Gianni Lettieri ha fissato una conferenza stampa per le 11.

Ore 2.35 – I dati reali confermano le cifre delle proiezioni diffuse su Raiuno e La7. Dopo lo scrutinio (che procede in maniera estremamente lenta) in 37 dei complessivi 886 seggi il sindaco uscente Luigi de Magistris (movimenti e partiti di sinistra) è avanti con il 43,4% dei consensi. Seguono Gianni Lettieri (Forza Italia e centrodestra) con il 25,7%, Valeria Valente (Pd e centrosinistra) con il 19,8%, Matteo Brambilla (M5S) con l’8,4%, Marcello Taglialatela (Fratelli d’Italia e Napoli Terra Nostra) con l’1,5%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 2.24 – Oramai il ballottaggio tra Luigi de Magistris e Gianni Lettieri (proprio come alle Elezioni Comunali del 2011) è quasi certo. Secondo la quinta proiezione (21% di copertura del campione) di Emg Acqua per La7 il divario tra centrodestra e centrosinistra supera i tre punti percentuali. De Magistris viene indicato al 42%. Lettieri al 23,4%. Valeria Valente al 20,1%. Matteo Brambilla al 10,3%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 1.59 – I dati reali delle Elezioni Comunali 2016 relativi alla città di Napoli stanno giungendo con estrema lentezza. Sul sito del Ministero dell’Interno a tre ore dalla chiusura dei seggi sono disponibili solo i numeri dello scrutinio di 18 seggi su complessivi 886. Secondo questi primi dati ufficiali diffusi dal Viminale il sindaco uscente Luigi de Magistris è al 37,8%, Gianni Lettieri (centrodestra) al 31,7%, Valeria Valente (centrosinistra) al 19,4%, e Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) al 7,8%.

Ore 1.48Quarta proiezione (con 16% di copertura del campione) di Emg Acqua per La7. Si allarga il gap tra centrodestra e centrosinistra (divisi ora da oltre due punti percentuali) a favore di Forza Italia ed alleati. Luigi de Magistris viene indicato dall’istituto demoscopico di Masia al 42,4%. Gianni Lettieri al 22,8%. Valeria Valente al 20,2%. Matteo Brambilla al 10,4%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: La7)

 

Ore 1.42Seconda proiezione di Quorum per SkyTg24 (copertura del 30% del campione). Luigi de Magistris (movimenti e partiti di sinistra): 41%. Gianni Lettieri (Forza Italia e centrodestra): 25,3%. Valeria Valente (Pd e centrosinistra): 20,5%. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle): 10,7%. Marcello Taglialatela (Fratelli d’Italia e Napoli Terra Nostra): 1,2%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Screenshot da SkyTg24)

 

Ore 1.36 – Cominciano ad arrivare i primi commenti al voto delle Elezioni Comunali 2016 di Napoli da parte degli esponenti nazionali dei partiti. Il deputato M5S e presidente della Commissione di Vigilanza Rai Roberto Fico: «Al prossimo giro l’amministrazione comunale a Napoli sarà 5 Stelle». «Entriamo in consiglio comunale a testa alta – ha rivendicato Fico – contro la vecchia politica abbiamo fatto una campagna elettorale a basso costo, senza manifesti abusivi che dà dignità a Napoli e ai suoi cittadini. Sono felice perché siamo riusciti a trasferire un senso di cosa è la politica in questa città e l’abbiamo fatto per l’ennesima volta».

Ore 1.15Terza proiezione (con 13% di copertura del campione) di Emg Acqua per la maratona elettorale di La7. Quasi invariato il divario tra centrodestra e centrosinistra (separati da circa un punto percentuale). Luigi de Magistris viene segnalato al 42,7%. Gianni Lettieri al 22,6%. Valeria Valente al 20,5%. Matteo Brambilla al 10,1%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 1.08 Seconda proiezione di Ipr-Piepoli per la Rai (copertura del 10% del campione). Luigi de Magistris (movimenti e partiti di sinistra) si conferma in testa nella sfida delle Elezioni Comunali di Napoli con il 42,4% dei consensi. Seguono Gianni Lettieri (centrodestra) con il 24%, Valeria Valente (centrosinistra) con il 20,5%, Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) al 10,4%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 1.00 – È uscita la prima pagina del quotidiano di Napoli Il Mattino di lunedì 6 giugno. Il titolo recita: «De Magistris va in fuga.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Prima pagina de Il Mattino del 6 giugno

 

Ore 0.55 – Poco dopo la mezzanotte Gianni Lettieri, candidato del centrodestra in lotta per arrivare al ballottaggio, è arrivato nella sede del suo comitato in piazza Bovio a Napoli. Il candidato, sostenuto da liste civiche e da Forza Italia, si è rinchiuso nella sua stanza senza commentare i dati delle prime proiezioni. La sede comitato elettorale dell’imprenditore si trova nello stesso palazzo del quartier generale di Valeria Valente.

Ore 0.47Seconda proiezione (8% di copertura del campione) di Emg Acqua per La7. Centrodestra e centrosinistra sembrano ancora appaiati nella lotta per raggiungere il ballottaggio (separati da un solo punto percentuale). Luigi de Magistris viene indicato al 41,4%. Gianni Lettieri al 22,1%. Valeria Valente al 21,1%. Matteo Brambilla al 10,5%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: La7)

 

Ore 0.38 – Dato definitivo dell’affluenza. A Napoli città ha votato il 54,14% degli aventi diritto. Alle Elezioni Comunali di 5 anni fa (quando perà si votava in due giorni) al primo turno il tasso di affluenza fu pari al 60,33%.

Ore 0.30Prima proiezione (5% di copertura del campione) di Emg Acqua per La7. Rispetto agli exit poll dello stesso istituto demoscopico centrodestra e centrosinistra sembrano appaiati nella lotta per raggiungere il ballottaggio. Luigi de Magistris viene segnalato al 42%. Gianni Lettieri al 22,5%. Valeria Valente al 22,1%. Matteo Brambilla al 10,4%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: La7)

 

Ore 0.19 – La prima proiezione di Ipr-Piepoli per la Rai (con copertura del 5% del campione) conferma l’ampio margine del sindaco uscente. Luigi de Magistris (movimenti e partiti di sinistra) viene indicato al 42,5%, Gianni Lettieri (Forza Italia e liste civiche di centrodestra) al 24,6%, Valeria Valente (Pd e centrosinistra) al 19,8% e Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle)  al 10,8%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: Raiuno)

 

Ore 0.10 – Dai profili social dei candidati a sindaco ancora nessun messaggio. Si attendono i dati reali. È chiaro però che in vantaggio, come previsto alla vigilia, è Luigi de Magistris.

Ore 0.05 – A più di un’ora dal voto non è ancora disponibile sul sito del Ministero dell’Interno ild ato definitivo dell’affluenza alle Elezioni Comunali 2016 a Napoli. Cinque anni fa, il 15 e 16 maggio 2011 (si votava in due giorni), nella città partenopea si recò ai seggi il 60,33% degli aventi diritto.

Ore 0.01 Exit poll definitvo di Ipr-Piepoli per la Rai. Cala leggermente rispetto al precedente il consenso del sindaco uscente Luigi De Magistris (sinistra), che passa al 38,0-41,0%. Si riduce anche il divario tra Gianni Lettieri (centrodestra), ora al 22,0-26,0%, e Valeria Valente (centrosinistra), al 20,0-24,0%. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) viene stimato al 9,0-13,0%. Stesso dato indicato da Emg Acqua per La7.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: Raiuno)

 

Ore 23.45 – Il candidato sindaco del centrosinistra Valeria Valente attende i risultati ufficiali chiusa in una stanza al suo comitato di piazza Bovio. Non commenterà gli exit poll. Nello stesso palazzo ha dese anche il comitato elettorale del candidato sindaco del centrodestra Gianni Lettieri. La sfida per arrivare al secondo turno e sfidare il sindaco Luigi de Magistris, se i dati reali cofermassero i numeri dei primi exit poll di Rai e La7, andrebbe all’imprenditore 59enne. Lettieri dovrebbe raggiungere la sede del suo comitato elettorale dopo aver passato la serata in famiglia.

Ore 23.40 – I risultati dei primi exit poll confermano le indicazioni dei sondaggi elettorali realizzati nelle ultime settimane prima del divieto di pubblicazione, cioè nella prima parte del mese di maggio. Confermato l’ampio vantaggio del sindaco uscente Luigi de Magistris. Andrebbe a Gianni Lettieri la sfida con Valeria Valente per il ballottaggio. Al fianco della deputata Pd durante la campagna elettorale molti ministri ed anche il premier Matteo Renzi.

Ore 23.33 – Aumenta ancora il vantaggio del sindaco uscente nell’exit poll definitivo (100% del campione realizzato dall’istituto demoscopico Emg Acqua per La7). Luigi de Magistris (sinistra) 39,5-43,5%. Gianni Lettieri (centrodestra) 21,5-25,5%. Valeria Valente (centrosinistra) 18,0-22,0. Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) 9,0-13,0%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: La7)

 

Ore 23.30 – La candidata del Pd a Napoli Valeria Valente è nel suo comitato a piazza Borsa per seguire con i militanti lo spoglio elettorale, ma non ha commentato i risultati dei primi exit poll che la danno in netto svantaggio, terza dopo de Magistris e Lettieri.

Ore 23.20 – Se i dati reali dovessero confermare le indicazioni fornite dai due diversi exit poll, quello di Ipr-Piepoli per la Rai e quello di Emg Acqua per La7, al ballottaggio accederebbero il sindaco uscente Luigi de Magistris e il candidato di centrodestra Gianni Lettieri. La stessa sfida di 5 anni fa, quando de Magistris s’impose con il 65,4% dei consensi contro il 34,6% di Lettieri. Brutti segnali finora per il centrosinistra e la candidata Valeria Valente.

Ore 23.05 – Primo Exit poll degli istituti demoscopici Ipr e Piepoli per la Rai. In testa Luigi De Magistris con una forchetta 43,0-47,0%, seguito da Gianni Lettieri con una forchetta 20,0-24,0%. De Magistris e Lettieri andrebbero cosi’ al ballottaggio. Valeria Valente si attesta in una forchetta 15,0-19,0%. Matteo Brambilla all’11,0-15,0%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: Raiuno)

 

Ore 23.03Exit poll dell’istituto demoscopico Emg Acqua per La7. Luigi de Magistris avanti nettamente con il 38,5-42,0% dei consensi. Gianni Lettieri favorito per sfidare il sindaco uscente al secondo turno: 22,0-26,0%. Valeria Valente indietro, al 18,5-22,5%. Matteo Brambilla al 9,0-13,0%.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Immagine: La7)

 

Ore 23.00 – Si chiudono i seggi. Si concludono le operazioni di voto alle Elezioni Comunali 2016 a Napoli.

Ore 22.40 – Si prevede qualche difficoltà nelle operazioni di spoglio nel quartiere Fuorigrotta. «Ai seggi della zona di Cavalleggeri, a Fuorigrotta, non sono ancora arrivate le tabelle di scrutinio, mettendo in difficoltà gli scrutatori in vista dell’inizio dello spoglio», ha dichiarato Gianfranco Wurzburger, responsabile organizzazione del Pd di Napoli. «La lacuna è l’ennesima dimostrazione dell’incapacità di chi gestisce l’ufficio elettorale del Comune di Napoli».

Ore 21.35 – A dare i primi dati sul voto saranno le principali emittenti televisive. Sulla Rai verranno diffusi exit poll e proiezioni degli istituti demoscopici Piepoli e IPR Marketing; su La7 exit poll e proiezioni di Emg; su SkyTg24 invece proiezioni e Decision Desk di Quorum.

Ore 20.35 – Una delle polemiche della giornata elettorale delle Comunali 2016 a Napoli ha riguardato la distribuzione di materiale elettorale nei pressi dei seggi. Una rappresentante di lista del Movimento 5 Stelle ha denunciato di essere stata minacciata per aver segnalato la presenza di persone che distribuivano santini poco distanze da una sezione. A.S., 34 anni, era impegnata alla scuola Casanova, in piazza Cavour, ed ha raccontato di essere stata minacciata da alcune persone alle quali aveva fatto notare che non si può distribuire materiale elettorale il giorno del voto. «Loro mi hanno risposto che se mi fossi intromessa ancora, mi avrebbero spinta per le scale e a stasera non sarei arrivata». A.S., alla quarta esperienza come rappresentante di lista per il Movimento 5 Stelle, ha avvertito subito sia i vigili urbani presenti nella scuola, sia i carabinieri. «A quel punto, il capannello di persone che mi aveva circondato si è dileguato», ha detto.

Ore 19.45 – Stando ai dati del Viminale l’affluenza alle Elezioni Comunali nella città di Napoli alle ore 19 è stata del 37,99%. Si tratta di un dato non confrontabile con quello delle Amministrative di 5 anni fa. Nel 2011, come abbiamo già ricordato, si votava in due giorni, domenica 15 maggio fino alle ore 15 di lunedì 16.

Ore 18.10 – Errore sulla scheda elettorale della IV Municipalità a Napoli, che comprende i quartieri San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale e Zona Industriale. È stato segnalato in una lettera inviata che il Comune ha inviato ai presidenti di seggio. L’errore riguarda precisamente il candidato alla presidenza Gaetano Orefice. «Sulla scheda – ha spiegato il Comune nella missiva – risulta riportato, in luogo del simbolo della sola lista collegata al candidato ‘Fratelli del Popolo Italiano’, il simbolo della lista ‘Il popolo della famiglia’, simbolo quest’ultimo che non risulta neanche presente tra le liste ammesse nella medesima municipalità». Nel manifesto affisso all’interno del seggio, il simbolo della lista che sostiene Orefice è invece correttamente indicato. Il Comune ha invitato i presidenti di seggi a «informare ciascun elettore del mero disguido» e di affiggere all’interno del seggio un avviso agli elettori», invitandoli a «garantire senza indugio alcuno il prosieguo delle operazioni di votazione».

Ore 17.15 – Il dato dell’affluenza alle 19 fornirà un’indicazione più significativa sulla partecipazione rispetto a quello delle 12 e anche sugli scenari. Una partecipazione ampia potrebbe infatti favorire i partiti tradizionali, il centrodestra e il centrosinistra. Un numero di votanti più basso potrebbe invece favorire il sindaco in carica Luigi de Magistris. A seggi chiusi gli occhi saranno puntati durante lo spoglio sul divario tra de Magistris (che tutti i sondaggi delle ultime settimane hanno segnalato in chiaro vantaggio) e i tre principali avversari e soprattutto sulla sfida per il ballottaggio tra Gianni Lettieri e Valeria Valente. I sondaggi hanno attribuito al candidato del Movimento 5 Stelle Matteo Brambilla possibilità molto basse di arrivare al secondo turno.

Ore 16.20 – Il comitato del candidato di centrodestra Gianni Lettieri oltre a denunciare la presenza di assessori della giunta de Magistris fuori ai seggi denuncia «veri e propri atti di terrorismo» dei sostenitori del sindaco uscente, compiuti sia nei pressi delle sezioni elettorali che sul web. In una nota si parla di «ronde di estremisti» e «antagonisti». «Come ci aspettavamo – si legge nel comunicato – in queste ore si stanno consumando veri e propri atti di terrorismo, sia fuori dai seggi, sia sul web, da parte di candidati e fiancheggiatori del sindaco uscente sia per provare a militarizzare il voto, sia per gettare fango su Gianni Lettieri. Comunichiamo che stiamo segnalando ognuno di questi atti in tempo reale alle autorità competenti. In particolare chiunque ha diffuso e sta diffondendo notizie in merito a compravendita di voti legata alle nostre liste ne risponderà in tribunale. Noi abbiamo portato avanti fin dall’inizio una campagna basata sui contenuti. Altri solo ed esclusivamente sulla diffamazione, e ciò che sta accadendo in queste ore ne è la prova. È vergognoso che si provi ad influenzare il voto utilizzando ronde di estremisti ed antagonisti fuori dai seggi e che si provi a diffondere notizie sul web false e calunniose. Riteniamo De Magistris mandante morale di questi attacchi e ne risponderà anche lui in sede di giudizio». Il comitato Lettieri chiede ancora una volta l’intervento e controlli di Prefettura e forze dell’ordine.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Elettori al seggio (Foto: ANSA / CIRO FUSCO)

 

Ore 15.30 – Stamattina in rete è stata diffusa una la di una scheda elettorale con indicazione di voto al Pd e ad un candidato nella lista Dem. L’immagine è stata molto condivisa sui social network. Ma sono concreti i dubbi sulla sua veridicità. Si tratterebbe infatti solo di un facsimile spacciato vera per scheda elettorale. Il Pd in un comunicato ha fatto sapere di avere già sporto denuncia. «È evidente la natura posticcia della vicenda e l’uso strumentale che i nostri avversari politici ne stanno facendo», ha dichiarato Venanzio Carpentieri, segretario provinciale del Pd. «Nel denunciare con forza qualsiasi tentativo di inquinare ed avvelenare la campagna elettorale in questa giornata di partecipazione democratica, rendiamo noto di avere già provveduto a conferire mandato ai nostri legali per la tutela dell’immagine del Partito Democratico in ogni sede». In mattinata avevano parlato della foto gruppi di sostenitori di de Magistris e qualche candidato. «Un elettore dei Colli Aminei ha fotografato la scheda con tessera sanitaria indicante nome e cognome e voto a candidato Pd», aveva scritto su Facebook ad esempio Rosario Maresca, candidato della lista Dema.

Ore 15.00 – Il dato dell’affluenza alle ore 12 (ai seggi a Napoli il 15,20% degli aventi diritto) lascia presagire un dato definitivo alle ore 23 nella città partenopea intorno al 50% e comunque inferiore al 60,33% definitivo delle Elezioni Comunali del 2011. Un’indicazione più chiara arriverà dalla percentuale dei votanti alle ore 19. Alla stessa ora 5 anni fa votarono solo il 32,21% degli aventi diritto (ma si votava in due giorni, fino alle 15 del lunedì).

Ore 14.25 – Il senatore di Ala Vincenzo D’Anna, che alle Elezioni Comunali a Napoli sostiene la candidata del centrosinistra Valeria Valente, denuncia che in alcuni seggi mancano schede e cancelleria. I rappresentanti di lista di Ala – ha riferito D’Anna in una nota ripresa dalle agenzie di stampa – hanno segnalato al partito che «in molte sezioni a Napoli, in particolar modo nella zona di Scampi’a, i seggi sarebbero dotati di un numero di schede inferiore rispetto al numero dei votanti». «Nel caso specifico della sezione numero 1, presso l’istituto d’arte di piazzetta Salazar – ha continuato D’Anna – la gente è in fila perché manca il materiale di cancelleria (matite) ed è stato recapitato il 30% di schede in meno. Addirittura da più parti si lamenta la carenza di qualsivoglia vigilanza da parte delle forze dell’ordine».

Ore 14.20 – Il comitato di Gianni Lettieri denuncia la presenza di assessori della giunta de Magistris fuori ai seggi. In una nota i collaboratori dell’imprenditore, appoggiato da movimenti e partiti di centrodestra, fanno sapere: «Stiamo avendo segnalazioni da più seggi, da Chaia al centro storico, di rappresentanti di lista o persone assolutamente estranee alle operazioni di voto, addirittura assessori ed ex assessori, che provano ad indirizzare il voto a favore del sindaco uscente. Al Vomero l’ex assessore Clemente con lo spillino fuori ai seggi a fare propaganda. Al seggio di via San Sebastiano a piazza Dante addirittura abbiamo segnalato un banchetto pro de Magistris intento a fare campagna elettorale, stesso problema in via Sant’Antonio a Capodimonte. Si sta facendo campagna scorretta da parte di supporter demA, nei pressi di diversi seggi ci sono noti esponenti dei centri sociali, soprattutto nella terza municipalità, che intimidiscono chi si reca al voto. L’assessore al Patrimonio del Comune di Napoli Sandro Fucito si è posizionato per diverso tempo fuori al seggio della scuola Piscicelli».

Ore 14.15 – Il dato nazionale definitivo sull’affluenza alle urne alle ore 12 (indicato sul sito del Viminale e relativo a 1.274 comuni) è del 17,99%. A napoli, come già indicato in precedenza, si sono recati ai seggi nelle prime 5 ore disponibili il 15,20% degli aventi diritto (circa tre punti percentuali in più del 12,15% registrato alla stessa ora nel 2011, ma allora si votava in due giorni).

Ore 14.10 – La candidata del centrosinistra alle Comunali di Napoli Valeria Valente dopo aver votato nel suo seggio di via San Marcellino, attraverso i suoi profili social ha invitato i cittadini a recarsi ai seggi per esprimere il proprio voto. «Ho votato, come sempre, nel mio seggio al centro di Napoli. Fatelo anche voi. Potete fino alle 23. È importante, è Napoli», ha fatto sapere la deputata Pd.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
(Screenshot dal profilo Twitter @ValeriaValente_)

 

Ore 14.05 – Ecco una gallery di foto Ansa dei quattro principali candidati ai seggi:

 

 

Ore 13.00 – Il dato nazionale definitivo dell’affluenza alle ore 12 è vicino al 18%. Il sito del Ministero dell’Interno indica il 17,99% quando manca all’appello il dato di un solo comune su 1.274.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Elettori al seggio (Foto: ANSA / CIRO FUSCO)

 

Ore 12.55 – Pochi minuti prima delle 13 sul sito del Viminale arriva il dato definitivo dell’affluenza a Napoli città: alle 12 ha votato nel capoluogo campano il 15,20% degli aventi diritto. Cinque anni fa, il 15 maggio del 2001 alla stessa ora (si votava però in 2 giorni, fino alle 15 di lunedì 16 maggio) aveva votato il 12,15%.

Ore 12.26 – Matteo Brambilla, candidato a sindaco di Napoli del Movimento 5 Stelle, si è recato a metà mattinata presso il suo seggio, presso l’Istituto Comprensivo Statale Giovanni XXIII – Antonio Aliotta in via Tiglio, nel quartiere di Chiaiano. Una immagine del voto dell’ingegnere brianzolo trapiantato a Napoli è stata postata sul suo profilo Twitter. «Buon voto a tutti!», il suo messaggio.

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Matteo Brambilla al seggio (Screenshot dal profilo Twitter @mbrambilla69)

 

Ore 12.15 – Il candidato sindaco del centrosinistra Valeria Valente ha votato nel suo seggio, in via San Marcellino, all’istituto superiore Elena di Savoia, pochi minuti prima delle 12. «Rivolgo il pensiero soprattutto ai giovani, ci devono credere loro», ha dichiarato la deputata Pd ai giornalisti. «Dentro sono serena, abbiamo lavorato per parlare di contenuti e uscire fuori dal circuito dei toni alti. Mi auguro che questa scelta sia ripagata. Vogliamo far tornare Napoli la priorità. Auspico una grande partecipazione nel pieno della serenità».

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Valeria Valente al seggio (Foto: ANSA/ CIRO FUSCO)

 

Ore 12.00 – C’è attesa per i primi dati sull’affluenza alle urne. Su Giornalettismo potete seguire qui tutti i dati delle principali città. le cifre saranno rese note dal Ministero dell’Interno.

Ore 11.55 – Appena arrivato al seggio di corso Vittorio Emanuele il candidato del centrodestra Gianni Lettieri ha stretto la mano al deputato Pd Marco Di Lello. Ha poi dichiarato ai cronisti: «La campagna elettorale non è stata tranquilla, io ho parlato di temi e nei prossimi quindici giorni spero si faccia lo stesso. È una bellissima giornata di democrazia, mi sento felice perché il voto è il simbolo più alto della democrazia».

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Gianni Lettieri al seggio (Foto: ANSA/ CIRO FUSCO)

 

Ore 11.40 – Il candidato sindaco del centrodestra Gianni Lettieri, ex presidente degli industriali napoletani, ha votato intorno alle 11. È arrivato al seggio in tenuta semi-sportiva accompagnato dalla figlia maggiore. La scuola in cui ha votato un istituto medio comprensivo di corso Vittorio Emanuele, Carlo Poerio.

Ore 11.35 – Spuntano alcuni sospetti di iregolarità nei seggi, sollevati dai sostenitori di un candidato. Come segnalato dall’agenzia di stampa Omni Napoli sulla loro pagina Facebook gli attivisti dell’ex Opg occupato, in qualità di rappresentanti di lista del sindaco uscente Luigi De Magistris, hanno denunciato di aver dovuto allontanare, a Secondigliano, un rappresentante di lista di Gianni Lettieri «perché stava all’interno della sezione indicando a un elettore chi doveva votare». «Altri – è stato raccontato – erano fuori con i bigliettini». E non solo: «Alla Sanità fuori dai seggi mercimonio assoluto. Vengono messi bigliettini in mano a elettori palesemente trascinati al seggio e stazionano candidati alla municipalità circondati tipo boss da decine di uomini». A Pianura, infine, «dentro la scuola c’erano personaggi con i fax simili delle schede: li abbiamo fatti allontanare».

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 11.25 – Una prima indicazione importante sul voto delle Elezioni Comunali 2016 a Napoli arriverà dal dato dell’affluenza alle urne nella tarda mattinata. Una bassa affluenza potrebbe favorire maggiormente il sindaco in carica Luigi de Magistris. Al primo turno delle Amministrative di 5 anni fa, il 15 maggio 2011, alle ore 12 aveva votato (si votava però in due giorni, fino alle 15 del 16 maggio) il 12,15% degli aventi diritto. l votanti alle 15 del lunedì furono il 60,33%.

Ore 10.35 – Ai giornalisti presenti presso il suo seggio al Vomero, dopo aver espresso il suo voto, il sindaco Luigi de Magistris ha dichiarato: «Aspetterò i risultati con grande tranquillità, mai come quest’anno sono molto tranquillo perché ho fatto il mio dovere e adesso è il popolo che deve decidere. Attendiamo il risultato di stasera con fiducia e ottimismo, può consegnare Napoli alla storia».

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli
Luigi de Magistris al seggio (Foto: ANSA/ CIRO FUSCO)

 

Ore 10.20 – Il sindaco uscente Luigi de Magistris è arrivato al seggio di via Francesco Paolo Tosti, nel quartiere Vomero, pochi minuti dopo le 10. Il primo cittadino si è presentato alla sezione 337 vestito in jeans color grigio e maglioncino azzurro. Insieme a lui la moglie, Maria Teresa.

Ore 9.50 – Il numero dei candidati è elevato. Insieme ai 10 in corsa per la carica di sindaco gli elettori sono chiamati a scegliere tra circa 1.500 aspiranti consiglieri regionali (per 40 seggi) e circa 5mila candidati ai parlamentini rionali (le Municipalità).

Ore 9.40 – I profili social dei principali candidati a sindaco, Luigi de Magistris, Valeria Valente, Gianni Lettieri e Matteo Brambilla non vengono aggiornati dalla sera del 3 giugno, nelle ultime ore disponibili per la campagna elettorale. Solo stamattina l’uscente de Magistris da Twitter ha scritto: «Aal voto con Napoli nel cuore e in testa».

 

Risultati Elezioni Comunali 2016 Napoli

 

Ore 7.00 – Il giorno atteso delle Comunali di Napoli è giunto. Dopo mesi di dura e a tratti aspra campagna elettorale si sono appena aperti i seggi nella città partenopea. Si voterà per eleggere il nuovo sindaco e i nuovi consiglieri comunali e di municipalità fino alle 23. Da quel momento comincerà l’attesa per il responso delle urne, che dovrà innanzitutto chiarire se sarà necessario un secondo turno di voto, il ballottaggio, che eventualmente si terrà tra 15 giorni, il 19 giugno.

Se avete perso la tessera elettorale, o avete esaurito gli spazi, abbiamo preparato per voi un articolo in cui spieghiamo come

 

 

I CANDIDATI

 

I candidati alla carica di sindaco di Napoli sono 10. Le liste a loro sostegno sono complessivamente 41. Il sindaco uscente Luigi de Magistris, 48 anni, è sostenuto da una coalizione di partiti, movimenti di sinistra. Ad appoggiarlo ci sono ben 12 liste, comprese quelle di Italia dei Valori e Verdi. Valeria Valente, 39 anni, candidata del centrosinistra, è sostenuta invece da 11 simboli, tra i quali quello del Pd, del Partito Liberale, il partito Socialista, Ala, Centro Democratico, Udc e Napoli Popolare.

Sono 10 le liste che appoggiano Gianni Lettieri. L’imprenditore, 59 anni, era inizialmente sceso in campo senza il sostegno dei partiti, appoggiato solamente dalle liste civiche a lui più vicine. La coalizione si è poi allargata grazie alla convergenza di Forza Italia. Il centrodestra non si presenta tuttavia unito. Marcello Taglialatela, 60, deputato di Fratelli d’Italia, ha ripetutamente chiesto primarie di coalizione. Senza successo. Si è poi candidato con il sostegno del suo partito e della civica Napoli Terra Nostra.

Sono 6 i candidati delle Elezioni Amministrative 2016 a Napoli appoggiati da una sola lista: Matteo Brambilla, 39 anni, Movimento 5 Stelle; Luigi Mercogliano, 42, Popolo della Famiglia; Martina Alboreto, 26, Fratelli del Popolo Italiani; Domenico Esposito, 40, Qualità della Vita per Napoli; Nunzia Amura, 50, Partito Comunista; e Paolo Prudente, 35, Partito Comunista dei Lavoratori.

 

I SONDAGGI

 

I sondaggi hanno sempre indicato come principale favorito delle Elezioni Amministrative 2016 a Napoli il sindaco uscente Luigi de Magistris. Ma quasi certamente il primo cittadino non verrà deciso al primo turno. Le rilevazioni dei principali istituti demoscopici segnalano sia l’ex pm che i principali avversari abbondantemente al di sotto della soglia del 50% dei voti che è necessario raggiungere per vincere al primo turno. Nel dettaglio, de Magistris, nei sondaggi realizzati da 9 diversi autori tra fine aprile e il 20 maggio, ultimo giorno di pubblicazione delle rilevazioni sul consenso, oscillava tra il 32 e il 47% dei voti. Gianni Lettieri, invece, negli stessi sondaggi si muoveva tra il 15 e il 27%. Valeria Valente tra il 16 e il 22%. Matteo Brambilla tra il 13 e il 21%.

 

Sondaggi Elezioni Comunali 2016 Napoli
Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al primo turno delle Elezioni Comunali 2016 nella città di Napoli (Tabella: Giornalettismo)

 

Al secondo turno non sembra esserci partita. Gli istituti demoscopici che hanno monitorato le intenzioni di voto dei napoletani al ballottaggio hanno stimato de Magistris mai al di sotto del 55% dei voti.

 

Sondaggi Elezioni Comunali 2016 Napoli
Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al secondo turno delle Elezioni Amministrative a Napoli (Tabella di: Giornalettismo)

 

Sondaggi Elezioni Comunali 2016 Napoli
Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al secondo turno delle Elezioni Amministrative a Napoli (Tabella di: Giornalettismo)

 

Sondaggi Elezioni Comunali 2016 Napoli
Gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto al secondo turno delle Elezioni Amministrative a Napoli (Tabella di: Giornalettismo)

 

COME, DOVE E QUANDO SI VOTA

 

Per il primo turno delle Elezioni Amministrative 2016 è stata prevista l’apertura delle urne per il 5 giugno, dalle ore 7 alle ore 23. Si vota per la scelta del primo cittadino e per il rinnovo del consiglio comunale con una sola scheda, dove sono riportati i nomi degli aspiranti sindaco e i simboli delle liste che li appoggiano. L’elettore può esprimere il voto in tre modi:

1. Tracciando un segno soltanto sul nome del candidato alla carica di sindaco, senza votate per la lista o una delle liste a lui collegate.

2. Tracciando un segno sul candidato sindaco ed anche sul simbolo della lista o di una delle liste a lui collegate. Chi decide di votare anche per una lista può anche indicare una o due preferenze per uno o due tra i candidati alla carica di consigliere appartenenti alla stessa lista. Ma è possibile esprimere due preferenze solo se i due candidati alla carica di consigliere scelti sono di sesso opposto. È inoltre possibile esprimre un voto disgiunto: l’elettore può tracciare contestualmente un segno sul nome di un candidato sindaco e votare una lista collegata ad un altro candidato sindaco.

3. Tracciando un segno soltanto sul simbolo di una lista. La preferenza in questo caso va alla lista e al relativo candidato sindaco.

Nei Comuni con più di 15mila abitanti viene eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Nel caso in cui nessun candidato superi la soglia del 50% dei voti validi è previsto un secondo turno elettorale con ballottaggio tra i due candidati alla carica di sindaco più votati. In questo caso è previsto il ritorno al voto due domeniche dopo il primo turno. Ad essere eletto primo cittadino è ovviamente il candidato che prende più voti.

Per quanto concerne poi l’elezione dei consiglieri comunali, è previsto un premio di maggiroanza del 60% dei seggi per la coalizione collegata al sindaco vincente. Se le liste collegate al candidato eletto nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi, ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, conquisteranno automaticamente il 60% dei posti in consiglio. Gli altri seggi vengono poi divisi tra le altre liste con criterio proporzionale.