I vestiti scuri fanno davvero sudare di più?

di Redazione | 25/05/2016

vestiti scuri

I vestiti scuri fanno davvero aumentare il caldo percepito, e di conseguenza ci portano a sudare di più? Questa credenza piuttosto diffusa è veritiera, ma solo parzialmente. Per questo motivo ci sono popolazioni residenti in aree particolarmente calde del mondo che preferiscono vestirsi con capi scuri per meglio reggere la calura.

VESTITI SCURI CALDO

Quando arriva l’estate e la temperatura inizia a essere particolarmente alta, il consiglio più frequente di familiari e amici è la rinuncia a indossare capi scuri. La classica maglietta nera è considerata, con più di qualche ragione, il peggior capo di abbigliamento da indossare in una giornata di caldo torrido. La spiegazione di questa percezione di maggior calore è fisica. I vestiti chiari riflettono infatti i raggi solari, mentre quelli scuri li assorbono. Un fenomeno che possiamo constatare anche quando si osserva il sole: il nostro occhio vede bianco. La stessa cosa succede con il caldo: l’abbigliamento bianco respinge i raggi solari in cui è contenuto.

VESTITI NERI CALDO

Il caldo però non è trasportato solo dai raggi solari. Ci sono diverse emanazioni del sole non visibile agli occhi che contengono calore, come i raggi infrarossi. E questo tipo di radiazioni sono meglio assorbite dal bianco rispetto al nero, in particolare per capi prodotti naturalmente. Per questo motivo in luoghi particolarmente caldi è preferibile indossare un maglione di lana nero, piuttosto che una maglietta bianca. Questo è il motivo per cui i Tuareg indossano un abbigliamento che nei nostri Paesi sarebbe sconsigliato in estate.